ACIREALE: UN SUCCESSO PER LA GIORNATA ECOLOGICA SI REPLICA DOPO PASQUA

Acireale – «E’ stata una Giornata ecologica molto ben riuscita. I cittadini acesi hanno dato esempio di grande civiltà. Avevano bisogno di liberare le proprie case e di conferire rifiuti ingombrati e materiale elettrico ed elettronico, lo hanno fatto in modo corretto, rispettando l’appuntamento. Capiamo che nonostante il servizio di ritiro a domicilio funzioni, spesso è necessario avere tempi più rapidi, pertanto ripeteremo l’iniziativa subito dopo Pasqua, nell’attesa che sia aperto il CCR che la Tekra sta allestendo in zona Tupparello, dove i cittadini potranno conferire quando vogliono le diverse tipologie di rifiuti». L’assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Acireale, Francesco Fichera, all’indomani della domenica ecologica, che si è svolta ieri allo scalo merci della vecchia ferrovia, fornisce i dati e ringrazia gli acesi che non hanno mancato l’appuntamento.

Sono stati raccolti 18 tonnellate di rifiuti ingombranti e 15 metri cubi di RAEE.

«Purtroppo a fronte di tanta collaborazione, c’è ancora qualcuno che continua ad abbandonare indiscriminatamente rifiuti in strada in diversi punti della città, un atteggiamento che risulta ormai preoccupante. I controlli sono stati intensificati, il fenomeno deve essere eliminato».

Si ricorda che il servizio di raccolta ingombranti e RAEE avviene su prenotazione ed è necessario fissare un appuntamento chiamando il numero verde 800 193 750.

 

U.S. Lc

ACIREALE, “LE GIORNATE DELLA CULTURA”. DUE APPUNTAMENTI DEDICATI AGLI APPASSIONATI DEL FUMETTO CON DON ALEMANNO E LELIO BONACCORSO

Acireale – Arrivano due appuntamenti imperdibili per gli appassionati del fumetto, organizzati da Etna Comics con il Comune di Acireale. I due eventi sono inseriti nel cartellone de Le Giornate della Cultura promosso dall’Assessorato al Turismo e alle Attività Culturali.

In prima linea ci saranno gli studenti delle scuole superiori acesi.

Venerdì 17 marzo

Ore 10.00 -Liceo Archimede – Acireale

Presentazione del fumetto “EXODUS”. Sarà presente l’autore ALESSANDRO MEREU – cantante, fumettista e blogger. Dal 2012 è autore del fumetto online JENUS DI NAZARETH, sotto lo pseudonimo di Don Alemanno.

Exodus, ultima produzione di Don Alemanno, edita da Magic Press, è il nuovo capolavoro del disegnatore sardo ambientato in Sicilia.

Una graphic novel con la quale Don Alemanno ha voluto dare una svolta alla propria narrazione fumettistica: si tratta infatti di una storia autoconclusiva, con una sceneggiatura fruibile anche da chi non ha mai letto la precedente produzione dell’autore. In quest’opera il Don affronta la più grande delle sfide che possano presentarsi ad un autore satirico, quella cioè di trattare argomenti generalmente considerati “forti”, come il radicalismo islamico, la guerra e il dramma dei profughi, senza abbandonare l’ironia pungente, per non dire sfacciata, propria del suo approccio al racconto.

In Exodus, un Gesù “rispedito” tra gli uomini per la seconda volta batte la testa e perde la memoria: ha tutti i poteri di Gesù, ma non ricorda di esserlo. Ripescato da una nave carica di profughi, viene convinto dal resto dei passeggeri di essere un profugo egli stesso. Tornato sulla Terra come ultimo tra gli ultimi, vivrà sulla propria pelle la situazione di migrante, tra centri di accoglienza militarizzati e direttive europee che considerano i profughi come un dato statistico.

Per portare a termine la sua opera, Don Alemanno ha visitato l’isola di Lampedusa, intervistando i ragazzi ospiti del CARA, gli abitanti, le forze dell’ordine che vivono ogni giorno a stretto contatto il dramma dei rifugiati. Exodus è il racconto di un’esperienza assolutamente realistica, a partire dai luoghi in cui le vicende sono ambientate (Lampedusa, il Canale di Sicilia, Catania) fino a svelare un inaspettato “dietro le quinte” del fenomeno accoglienza, spesso ignoto all’opinione pubblica e mai raccontato dai mass media.

Subire sulla propria pelle una situazione di guerra e fuggire da essa può fare uscire i lati più bestiali dell’animo umano, anche quando la circostanza richiederebbe una risposta di condivisione e solidarietà. Tutti questi aspetti emergono dalla graphic novel di Don Alemanno, con il preciso obiettivo di offrire una percezione, il più possibile realistica, di quello che è diventato a tutti gli effetti l’Esodo Biblico dei nostri giorni.

Exodus vanta tra i disegnatori che hanno collaborato anche il catanese Diego Fichera, scelto per realizzare le tavole di Jenus sull’isola.

Sabato 18 marzo

Ore 17.30 –Antisala Consiliare Palazzo di Città – Acireale

Inaugurazione della mostra “LA MAFIA RACCONTATA AI RAGAZZI” di Lelio Bonaccorso

Interverrà Lelio Bonaccorso – fumettista, illustratore e insegnante. Ha pubblicato su Corriere della Sera, L’Unità, la Gazzetta dello Sport e Wired, partecipato a diversi festival del fumetto con esposizioni personali e collettive e raggiunto risonanza all’estero pubblicando anche in diversi stati europei, nel Nord America e in America latina. E’ anche docente alla scuola del fumetto di Palermo e Messina.

“Legalità, un termine che ogni giorno riempie le pagine dei quotidiani e i servizi dei notiziari.

Spesso sull’argomento si frappone un filtro fra la gente e i mezzi di comunicazione di massa, un velo che non ci consente di percepirne tutte le sfumature. Quando dal complesso mosaico della rappresentazione dei fatti resta fuori qualche tassello, tocca allora alla potenza evocativa dell’arte visiva aggiungere nuovi pezzi. Ed ecco che l’occhio percepisce quelle sfumature

non colte prima. Arte che trova alcune delle sue forme più comunicative nell’illustrazione e nel fumetto, linguaggi la cui immediatezza giunge all’adulto così come al bambino.

La mostra “la mafia raccontata ai ragazzi” propone una panoramica della produzione artistica di

Lelio Bonaccorso, disegnatore messinese, che ha saputo tradurre in immagini temi drammatici che

non smettono mai di essere attuali: la mafia già tristemente nota e le nuove mafie dell’immigrazione. Spesso in collaborazione con il suo sodale Marco Rizzo, sceneggiatore trapanese, ha dato vita a graphic novel come Peppino Impastato – un giullare contro la mafia e Chi si ricorda di Nino Agostino? oltre a libri illustrati come La Mafia spiegata ai bambini e L’immigrazione spiegata ai bambini.

Il tratto personale e raffinato di Lelio Bonaccorso è al servizio di temi forti, affrontati stilisticamente a volte con la durezza che la cronaca impone, a volte con la delicatezza necessaria ai bambini per elaborare concetti “adulti”. Un’abilità non comune che contraddistingue da sempre la produzione artistica dei due autori. Tutte opere che confermano ancora una volta che la Sicilia è sì terra di forti contrasti ma anche terra dove l’arte continua incessantemente a comunicare e a incantare”.

“LA MAFIA RACCONTATA AI RAGAZZI – graphic novel e illustrazioni su legalita e immigrazione-“ ad Acireale al Palazzo di Città, in Antisala Consiliare sarà aperta tutti i giorni dal 18 marzo al 3 aprile h. 9.30/12:30 – 16:30/19:30.

pieghevole Mostra

U.S. Licia Castorina

 

 

ACIREALE, -RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA- L’ASSESSORE FICHERA FA IL PUNTO SULLA SITUAZIONE. GIOVEDì UN ALTRO INCONTRO CON I CITTADINI “LUNEDI’ 20 MARZO PARTE ANCHE LA ZONA 1”

Acireale – Stamattina al Palazzo di Città l’assessore alle Politiche Ambientali, Francesco Fichera, ha incontrato la stampa per fare il punto sul servizio di raccolta differenziata porta a porta.

«Giovedì 16 marzo alle ore 18.00 nei locali dell’Ex Angolo di Paradiso alla Villa Belvedere si terrà un ulteriore incontro informativo. Tutti i cittadini che hanno bisogno di chiarimenti sono calorosamente invitati a partecipare,- ha esordito Fichera-. Il servizio è stato avviato anche nelle zone 2 e 3, dove ci sono diversi condomini e alcuni non hanno esposto i contenitori, ma oggi è andata meglio di ieri. Abbiamo effettuato diversi sopralluoghi per risolvere eventuali problematiche o disfunzioni e ci aspettiamo un miglioramento della situazione già dai prossimi giorni. Lunedì 20 marzo continueremo con il Piano e avvieremo il servizio nella zona 1, costituita da grandi condomini, (che comprende piazza Europa, viale Principe Amedeo, corso Italia, il resto di corso Umberto e corso Sicilia). Con la zona 1 serviremo 6.800 utenze delle 25.000 del Comune di Acireale. Siamo a un quarto del cammino, andiamo con i piedi di piombo in queste zone, incontriamo amministratori e condomini e stiamo risolvendo ogni criticità manifestata dai singoli. Devo ringraziare alcuni degli amministratori e la gran parte della città che collabora. Invito tutti, anche coloro che pensano che il problema non li riguardi, ad intervenire all’incontro di giovedì o a chiamare l’Ufficio Ambiente. Certamente mettere tutto in un sacchetto e buttarlo nel primo cassonetto era più semplice, c’è una parte di città che pensa che si possa indietro, ma li rassicuriamo, Acireale ha svoltato e il sistema di differenziata porta a porta sarà esteso a tutti. Stamattina in seguito ai controlli in via Verdi e in via Fichera, sono stati elevati quattro verbali. O ci si adegua o si cambia città. L’amministrazione è disponibile al dialogo e ad organizzare incontri per risolvere tutte le criticità, gli uffici funzionano, il personale è disponibile, non c’è ragione per cui ad Acireale non si possa fare la raccolta differenziata, come in tante altre città italiane».

 

ELENCO STRADE ZONA 1

  1. AMEDEO PRINCIPE VIALE
  2. D’ACQUISTO S. PIAZZA
  3. EUROPA PIAZZA
  4. INDIRIZZO PIAZZA
  5. ITALIA CORSO n.1 – n.65 / n.2 – n.78 (da P.zza Indirizzo a C.so Savoia)
  6. LOMBARDIA VIA
  7. MONTALE E. VIA
  8. PIEMONTE VIA
  9. SAVOIA CORSO n.182 – n.136 (da Viale P. Amedeo a via Martinez)
  10. SCIONTI DOTT. O. VIA
  11. SICILIA CORSO n.77 – n.113 / n.70 – n.110 (da P.zza Europa a C.so

Italia)

  1. UMBERTO I CORSO n.191 – n.257 / n.176 – n.230 (da via Fabio a P.zza

Indirizzo)

  1. VENETO VIA n.3 – n. 27 / n.62 – n.78 (da via Martinez a viale

P.Amedeo)

 

us lc

ACIREALE, IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA LA RISCOSSIONE UNIFICATA DEI TRIBUTI. “SEMPLIFICA E MIGLIORA IL PROCESSO DI RISCOSSIONE, TUTELANDO GLI ONESTI, LE FASCE DEBOLI E SCOVANDO GLI EVASORI”

Acireale – Il consiglio comunale di Acireale  ha approvato la proposta dell’Amministrazione che prevede la riscossione unificata dei tributi. Su 26 consiglieri presenti al momento della votazione sono stati 16 i favorevoli, otto i contrari, due gli astenuti.

Ad Acireale le tasse su acqua, gas e rifiuti saranno tutte unificate e suddivise in dodici rate.

La Riscossione Unificata dei Servizi, (acqua, gas e rifiuti), è la gestione centralizzata delle entrate comunali, indispensabile per monitorare il processo di riscossione e di rendicontazione e per facilitare i cittadini, che così mensilmente avranno una sola scadenza.

Verrà realizzata l’Anagrafe unica delle entrate, un unico sistema informatico per la gestione anagrafica di tutti i contribuenti, delle unità immobiliari e dei dati catastali, un Portale delle Entrate per fornire servizi online di elevata qualità, lo Sportello Unico delle Entrate con l’obiettivo di realizzare un sistema di informazione attraverso l’attivazione di call center per fornire consulenza ed assistenza ai cittadini.

Con l’emendamento che prevede l’istituzione del fondo di solidarietà, presentato dai consiglieri comunali Andrea Quattrocchi, Sabrina Renna e Orazio Frizzi, sarà istituito il fondo di solidarietà pari all’1% annuo della Tari, per salvaguardare le fasce deboli. I beneficiari saranno scelti da un elenco che sarà formulato dal settore Solidarietà Sociale.

Con l’emendamento che prevede l’istituzione del baratto amministrativo, presentato dai consiglieri Mariella Bonanno, Giuseppe Ferlito e Teresa Privitera, sarà possibile per i cittadini in stato di indingenza adempiere alle proprie obbligazioni attraverso forme di cittadinanza attiva finalizzati alla cura e alla rigenerazione di beni comuni urbani.

A introdurre la proposta della Giunta in aula consiliare è stato il sindaco Roberto Barbagallo:

«E’ un atto fondamentale. Il Comune di Acireale pecca nella riscossione, sulla Tari nell’anno ci fermiamo al 50%. Con la riscossione unificata vogliamo riorganizzare e regolamentare i processi di riscossione delle entrate comunali e al contempo agevolare i cittadini nel pagamento e migliorare i servizi erogati alla cittadinanza. I cittadini avranno tutto a portata di mano, con un unico sistema informativo informatico. Ogni cittadino potrà avere un proprio cassetto fiscale, attraverso l’informatizzazione del sistema potrà accedere al portale da casa propria e attraverso il portale verificare la propria situazione e i tributi a suo carico. E’ un regolamento semplice per migliorare il processo di riscossione, tutelare gli onesti, perché se paghiamo tutti paghiamo meno, scovare chi si nasconde, e abbattere l’evasione, senza per questo non dare attenzione dovuta alle fasce deboli con il fondo di solidarietà e il baratto amministrativo».

Le ragioni alla base dell’atto dell’Amministrazione Barbagallo sono state illustrate all’aula dal consulente economico, Salvo Nicotra:

«Il faro che deve orientarci è il cambiamento del sistema di contabilità. Siamo passati alla contabilità armonizzata. L’influenza dei residui attivi e passivi sull’esercizio finanziario è finita, per cui l’equilibrio simultaneo tra entrate e uscite è presupposto fondamentale per l’Ente. Il Comune deve riscuotere il più possibile nell’esercizio corrente affinché i flussi di cassa tra entrate e uscite siano allineati. L’armonizzazione contabile significa che gli accertamenti per recuperare i versamenti non effettuati devono essere simultanei, sennò il Comune va in default. La percentuale di morosità in termini di competenza, ovvero quello che in un anno non si incassa da quanto previsto in banca dati, è pari al 50%.  Significa che il Comune anticipa per il servizio dei rifiuti, tra 5 e 6 milioni di euro l’anno,  somme che vengono anticipate per pagare con regolarità la ditta che gestisce il servizio. Sui servizi di acqua e gas la riscossione è del 92%. Il sistema di riscossione unificata non è finalizzato solo a colpire i soggetti morosi o evasori, ma punta ad allineare i flussi guardando al 92 di riscossione dei servizi di acqua e gas dalla Sogip. Suddividendo i pagamenti in 12 rate, nell’ ipotesi migliore, sfruttando la domiciliazione bancaria l’introito sarà simultaneo, ci sarà un unico flusso e l’ottimizzazione del sistema e non è previsto l’affidamento a terzi dell’attività coattiva, – ha chiarito Nicotra-. Il Comune con la Tari è al centro tra la società che eroga il servizio e il cittadino. La norma dice che il Comune non può guadagnare un euro, né può sborsare un euro. Il risparmio in termini di Tari avviene se si estende la platea dei contribuenti. Comparando più banche dati, sarà più facile capire chi è celato. Là dove i crediti diventano inesigibili costituiscono costo della tariffazione per l’anno successivo. Nel 2017 abbiamo un costo tari di 9 milioni di euro, ma se raccolgo un milioni di crediti inesigibili questo deve essere sommato al piano  Tari dell’esercizio successivo e quindi la ridistribuzione per i soggetti che pagano sarà più alta e se non lo facciamo incorriamo in un danno erariale. Con questo sistema si procede quindi ad un notevole abbassamento della tariffa, ad un rispetto assoluto di chi paga regolarmente, ad un contenimento della spesa per il cittadino che non può pagare».

us Lc

 

ACIREALE : ALLA SOGIP LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI PUBBLICI, DEL VERDE E DELLE STRADE

Acireale – La manutenzione degli edifici scolastici, degli edifici pubblici, dei beni culturali, delle ville e aree a verde, delle strade e delle piazze di Acireale sarà affidata alla Sogip Srl.

«Considerato che il Comune esercita sulla società un controllo analogo a quello esercitato sulla gestione dei propri servizi, che è una società a totale capitale pubblico, la giunta ha approvato lo schema di contratto, che affida per il 2017 i servizi di manutenzione alla Sogip,- spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Nando Ardita-. Abbiamo pensato di assegnare alla società in house providing la manutenzione degli edifici scolastici, degli edifici pubblici, degli impianti sportivi, del verde pubblico, delle strade e piazze, convinti che questa soluzione porti ad un vantaggio in termini di economicità e dell’efficienza dei servizi».

47376_G.M. n. 38 del 07.03.2017

us.Lc

ACIREALE, LUNEDÌ LA RIAPERTURA DELLA VILLETTA DI GUARDIA

Acireale – ll sindaco Roberto Barbagallo e l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Acireale, Nando Ardita, annunciano che lunedì riaprirà la villetta della frazione di Guardia, chiusa per manutenzione straordinaria.

‹‹La villetta era in pessime condizioni. Erano necessari degli interventi di manutenzione straordinaria, dopo le intemperie dei mesi invernali. Prima di essere riaperta e restituita alle famiglie e ai bambini che tanto hanno bisogno di spazi verdi in cui ritrovarsi e giocare, abbiamo ripulito le aree a verde e i viali, sostituito le panche, l’impianto d’illuminazione e i cestini. I giochi erano ormai obsoleti e pericolosi e anche questi sono stati ripristinati. Ringraziamo sempre, a nome della cittadinanza, l’associazione Arma dei Carabinieri per la disponibilità alla cura dello spazio››, dichiara l’assessore Ardita.

us

 

ACIREALE, -EX STABILIMENTO ACQUE POZZILLO- E’ INIZIATA LA MAPPATURA. “SUBITO DOPO, L’INTERVENTO SULLE ZONE Più CRITICHE DI UNO DEI SITI SICILIANI CON LE PIU’ ALTE CONCENTRAZIONI DI AMIANTO”

Acireale – «E’ una giornata storica per la comunità di Pozzillo, per la città, per tutti noi. Siamo entrati nell’ex stabilimento delle acque minerali, con il progettista e la ditta incaricata di eseguire la mappatura di tutte le lastre di amianto che coprono i capannoni e che sono depositate all’interno. Subito dopo si comincerà con la rimozione dei fogli maggiormente deteriorati. Abbiamo stanziato dal Bilancio circa 300 mila euro, tra mappatura e smaltimento, e con questa cifra andiamo avanti con l’intervento. Ci servono ulteriori risorse e proporremo alla Regione, tramite l’onorevole D’Agostino, che sia possibile attingere ad un fondo di rotazione affinché i Comuni possano intervenire sui siti pericolosi per la salute dei nostri concittadini. Dopo l’ecomostro interveniamo concretamente su una questione di ambiente, legalità, ma soprattutto, in questo caso, pericolosa per la salute della collettività», ha dichiarato il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, dopo un primo sopralluogo all’interno all’ex stabilimento delle Acque Pozzillo, tra i siti siciliani con le più alte concentrazioni di amianto.

La Guardia di Finanza, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, stamattina ha rimosso temporaneamente, (per i prossimi 50 giorni), i sigilli ai capannoni, per consentire alla ditta incaricata dal Comune di Acireale di eseguire la uno studio di valutazione del rischio e la mappatura dell’amianto.

Lo studio è propedeutico agli interventi di rimozione. Maurizio D’Angelo, geologo e tecnico senior della ditta incaricata ha spiegato alla stampa che saranno classificati i materiali da rimuovere, si avrà un dettaglio delle zone più o meno critiche con l’assegnazione della priorità in modo da ottimizzare nei tempi e nei modi l’intervento. Già dopo il primo accesso i tecnici hanno parlato di “situazione è variegata”, lo stato dei materiali è in alcuni punti molto critico, in altri accettabile.

Con il finire degli anni 90 si interrompe la produzione dell’acqua minerale “Pozzillo” e l’enorme stabilimento a ridosso dell’omonima frazione marinara acese chiude i battenti. L’ex stabilimento Acque Pozzillo, acquistato successivamente dalla Sidoti Acque, diventa simbolo di un fallimento e viene abbandonato e dimenticato. A distanza di qualche anno la comunità pozzillese, il parroco, il consigliere comunale Rito Greco accendono i riflettori su quei capannoni fatiscenti, diventati un pericolo per la salute della popolazione. Le lastre grigie di eternit che ricoprono una superficie di circa diecimila metri quadrati sono ben visibili.

«Ci siamo mossi con determinazione e concretezza. La strada per la bonifica dell’area è in salita, ma l’avvio dell’intervento è un segnale che questa Amministrazione non ha fatto dichiarazioni a vanvera, ma ha agito nel silenzio per portare a compimento una questione di civiltà ambientale», ha dichiarato l’assessore alle Politiche Ambientali Francesco Fichera.

«Vivo questo momento come un evento, perché si chiude una strada aperta tantissimi anni fa, quando con la prima interrogazione fatta in Consiglio comunale sollevai ufficialmente il problema e il rischio collegato a un sito industriale in abbandono con una distesa di amianto tanto grande, una delle più grandi della Sicilia,- ha dichiarato Rito Greco-. Dobbiamo andare avanti, affinché venga bonificato del tutto un sito che dovrà poi essere recuperato come area di interesse collettivo».

Davanti all’ex stabilimento Pozzillo erano presenti le forze dell’ordine, i deputati regionali Angela Foti e Nicola D’Agostino, ex dipendenti della Pozzillo, cittadini e rappresentanti del Consiglio comunale.

L’imput parte dal Comune di Acireale, ma indispensabile per portare a compimento la bonifica di tutta l’area sarà il sostegno della Regione, ha evidenziato il sindaco.

«Dobbiamo ripetere l’operazione ecomostro. Abbiamo la legge 10 del 2014 che ci permetterebbe di avere gli strumenti giusti. Stanziare una somma in un fondo di rotazione con lo stesso principio della rivalsa in danno può essere una soluzione», ha affermato Nicola D’Agostino.

us

 

 

ACIREALE CARNEVALE 2017«IL PIÙ BEL CARNEVALE DEGLI ULTIMI 20 ANNI» Il VINCITORE “LA SPERANZA E’ ULTIMA A MORIRE”

Il carro allegorico “La speranza è l’ultima a morire” vince l’edizione 2017

Fondazione e Amministrazione già al lavoro per la Festa dei Fiori, dal 29 aprile all’1 maggio

Acireale ,La Festa dei Fiori – in programma dal 29 aprile all’1 maggio 2017 – segnerà dunque la nuova tappa di questo percorso di evoluzione: «La trasparenza e la dedizione che hanno caratterizzato l’operato di tutti – ha concluso il presidente Belcuore – sono gli strumenti per oltrepassare i confini dell’Isola».

ACIREALE – «La speranza è l’ultima a morire» e la prima a vincere al “Più Bel Carnevale di Sicilia”. L’evento che sempre più proietta Acireale nel panorama culturale italiano, si è concluso ieri sera (28 febbraio) con l’applauso contagioso del pubblico ai maestri artigiani e alle loro meraviglie di cartapesta.

«Nel mito di Esiodo – spiegano gli autori del carro vincitore – l’apertura del vaso da parte di Pandora riversa sul mondo mali inimmaginabili, ma anche quando tutto si crede perduto sopravvive la speranza, raffigurata da una fenice. È proprio la speranza a dare la forza all’essere umano per andare avanti e progettare un futuro migliore».

 Ed è proprio questo “futuro migliore” l’obiettivo proclamato dalla Fondazione del Carnevale di Acireale: «Abbiamo intrapreso un nuovo percorso – ha dichiarato il suo presidente Antonio Belcuore, commentando il visibile successo di tutte le giornate di festa – quello di rendere la manifestazione sempre più grande e sempre più attrattiva agli occhi del pubblico italiano e internazionale. È un nuovo posizionamento, una nuova concezione condivisa e partecipata da tutte le associazioni dei carristi, e questo ci consente di valorizzare il loro lavoro e l’evento nella sua totalità. L’edizione di quest’anno è stato il primo passo giusto verso questa direzione, a mia memoria è stato il Carnevale più bello e partecipato degli ultimi vent’anni anni. E un Martedì Grasso così vivo non si era mai visto. Com’è d’obbligo in un Concorso c’è stato un vincitore, ma anche gli altri avrebbero meritato il primo premio». L’eccezionale qualità artistica dei carri ha richiamato infatti anche l’ultimo giorno migliaia di persone nelle strade e nelle piazze del circuito acese, ma anche di fronte agli schermi tv durante la diretta e ai monitor degli smartphone per seguire il “live” social.

 Al termine della parata il momento clou della proclamazione dei vari concorsi. Il direttore artistico Giulio Vasta ha così annunciato la classifica dei carri di prima categoria: 1 “La speranza è l’ultima a morire” (Cantiere Ardizzone); 2 “Furores” (Cantiere Messina); 3 “A terra mia” (Cantiere Cavallaro/Principato); 4 “OGM Il frutto del denaro” (Cantiere Principato Mario); 5 “Imperfetta meraviglia” (Cantiere Scalia Fichera).

Questa invece la graduatoria della seconda categoria: 1 “Acque bollenti” (Cantiere Gapass); 2 Buon appetito (Cantiere Mario Scan); 3 “Il pranzo è servito” (Cantiere Scalia Fichera). Premiati anche le maschere isolate e i testoni.

In giuria: l’architetto fotografo Massimo Calcagno, la scenografa Francesca Cannavò, lo scrittore Ottavio Cappellani, lo scultore Marcello Maffei e l’ingegnere Andrea Musumeci, che hanno espresso i propri giudizi e stilato la classifica secondo i criteri di: allegoria, innovazione, movimento, effetti luminosi, rifiniture e particolari e infine esibizione lungo il circuito.

«I giurati sono stati in giro lungo il circuito fino all’ultima esibizione ed è stato difficilissimo incoronare un vincitore – ha affermato il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo – la prima vittoria di questa edizione è innanzitutto la qualità eccezionale raggiunta dai nostri maestri della cartapesta. Un altro successo è il pullulare di giovani artigiani più che promettenti. Sono stati molto apprezzati dal pubblico i carri di categoria B, le maschere isolate, i testoni e i carri in miniatura. I numeri stratosferici, il fiume di gente in piazza, sono la conferma che il nostro Carnevale è sicuramente tra i primissimi in Italia, tra i primi in Europa ed evento unico per la cultura e il turismo siciliano. Carichi dopo questa meravigliosa avventura da domani Amministrazione e Fondazione ricominceranno a lavorare per quella che sarà una meravigliosa edizione della Festa dei Fiori».

Anche l’assessore comunale al Turismo Antonio Coniglio conferma il bilancio positivo: «Questo Carnevale è la testimonianza del coraggio delle scelte intraprese: la chiusura della Cittadella per dare dignità al lavoro dei carristi, la programmazione lungimirante di un anno, il dialogo con i tour operator e la comunicazione a livello nazionale. Tutto questo ha dato risultati soddisfacenti».       

www.fondazionecarnevaleacireale.it

Oltre al media partner RDS 100% Grandi Successi, la Fondazione Carnevale di Acireale ringrazia gli sponsor: Credito Siciliano, Decò – Gruppo Arena, Input – Comunicazione ed Eventi, McDonald’s, MSC Crociere, SAC – Società Aeroporto Catania; e i partner tecnici: AdvMaiora, Mandarin, Vision Sicily.

 In allegato foto dell’ultimo weekend e del carro vincitore. La fotogallery completa è visibile al seguente link: https://drive.google.com/open?id=0B3Xz2BcVCc89R0xlV2NZNFV2eVE

US

 

Acireale : Marzo il mese dedicato alle giornate della cultura inizia venerdì 3 con l’intitolazione della piazza a “Peppino Impastato”

Acireale – Marzo il mese della cultura inizia giorno 3 con l’intitolazione di piazza Cappuccini a “Peppino Impastato” ma è soltanto il primo degli eventi che si susseguiranno per tutto il mese.

Presentato oggi nella sala Stampa del Comune di Acireale in collaborazione con la Diocesi di Acireale, un ricco programma di alto livello culturale, da ‘Peppino Impastato’ giornalista coraggioso per le denunce sui poteri mafiosi, a Leonardo Sciascia giornalista, saggista, politico, poeta e drammaturgo italiano. Lucidissimo e impietoso critico del nostro tempo, considerato uno tra le più grandi figure del Novecento, mosso da uno spirito libero ed anticonformista.

A Sciascia, sarà interamente dedicato Sabato 4 Marzo con la proiezione al cinema Margherita del film “Porte Aperte” a tratto dall’omonimo romanzo. e a seguire nel pomeriggio con un convegno “Sciascia: la Sicilia la memoria, il suo cuore.

Gli appuntamenti dal 3 Marzo al 1 Aprile

Venerdì 3 – Marzo Una piazza per Peppino

ore 17:30 –  Intitolazione piazza Impastato

Sabato 4 Marzo

ore 10:00 – Proiezione del film PORTE APERTE per gli studenti delle scuole superiori

ore 17:00  – Convegno: “Sciascia: la Sicilia, la memoria, il suo cuore” intervengono Giuseppe Savoca, Antonio Di Grado, Antonio Sichera e Felice Cavallaro

Giovedì 9 ore 17:30 – Presentazione del libro “L’eradicazione degli Artropodill di Maria Rita Sgarlata

Venerdì 10 ore 17:30 –  Conversazioni su Leonardo Sciascia

Sabato 10 ore 17:30 –  Conversazioni su Tomasi Di Lampedusa con Maria Antonietta Ferraloro

Martedì 14 ore 18:00 Presentazione del Libro “Lo Stato nascosto” di Capodici e Moccia da un’idea di Antonello Marini. Intervengono Salvatore Borsellino e Sebastiano Ardita

Venerdì 17 ore 10:00 – Presentazione fumetto “Exodus” con la presenza dell’autore Alessandro Mereu

Ore 21:00 – Reading: “Te lo leggo in faccia”

Sabato 18:00 alle 17:30 –  Inaugurazione Mostra: “La mafia raccontata ai ragazzi” con la presenza dell’autore Lelio Bonaccorsi

Giovedì 23 ore  17:30 – Convegno: “Le migrazioni nel mediterraneo”.Intervengono: Don Massimo Naro, Domenico Quirico, giornalista,Cettina Mirisola, dir. INMP – Moderatore: Salvo Fallica

Venerdì 24 ore 17:30 – Un progetto per la Timpa

Sabato 25 17:30 – Presentazione del libro “è normale… lo fanno tutti. Storie dal vivo di affaristi, corrotti e corruttori” con la presenza dell’autore Michele Corradino

Sabato 25 Domenica 26 Giornate – FAI di primavera – Dal luogo del cuore al cuore della città

Martedì 28 ore 17:30 – Il piccolo museo di Matteo Desiderato. Intervengono Prof. Alfonso Sciacca, Prof. Santo Castorina, Mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale

Mercoledì 29 ore 9:30 e ore 18:00 – Proiezione “1893. L’inchiesta” Un film sui Fasci siciliani. in presenza dell’autrice Nella Condorelli

Giovedì 30 ore 17:30 – Presentazione del Libro “Mailen” di Lorenzo Marotta

Venerdì 31 ore 17:30 – Dialoghi sull’arte contemporanea: San Sebastiano con Achille Bonito Oliva

Sabato 1 Aprile ore 17:30 – Lezione su “L’iconografia nell’arte acese’

Un mese ricco di eventi, l’offerta culturale è nei molteplici aspetti eccellente e segue un unico filo conduttore, il tema della  ” legalità ” alto senso civico e morale, attraverso le opere di uomini che ne hanno fatto la loro bandiera.

Alla conferenza stampa erano presenti Il Vescovo di Acireale S.E Monsignore Antonino Raspanti L’assessore al Turismo Antonio Coniglio L’assesore alle Politiche Sociali Adele D’anna, Maria Continella il prof Lorenzo Marotta.

Le interviste:

As

Acireale Carnevale 2017 : Martedi Grasso con il “Più Bel Carnevale di Sicilia” – Ecco il programma e i carri in gara –

Acireale carnevale 2017 – C’è attesa per questa lunga giornata che vedrà la conclusione del “Più Bel Carnevale di Sicilia edizione 2017. L’ inizio della kermesse è anticipato alle ore 10:00 per concludersi alle 23:00 con la premiazione dei carri allegorici e dei vari concorsi.

Programma Martedì 28 febbraio 

ore 12.00 Lungo il circuito del Carnevale
Carri allegorico-grotteschi in parata

ore 15.30 Piazza Indirizzo
Sfilata finale dei carri allegorici e delle maschere singole e testoni con bande musicali e folkloristiche

ore 21.00 Piazza Duomo
Stile Italiano Orchestra Spettacolo

ore 23.00 Premiazione dei vari concorsi

ALTRE INIZIATIVE

“XXI Concorso Carri in miniatura”

dal 18 al 28 febbraio – presso IPAB Santonoceto – Corso Umberto 188

Esposizione a cura dell’Associazione Culturale Gruppo Liberi Artisti

Numero Unico di Carnevale – Rivista satirico umoristica a cura del Circolo Universitario

15° Campionato di Scacchi a squadre

“Trofeo di Carnevale 2017 Città di Acireale”

sabato 25 febbraio dalle ore 16.00 – Club Frecce Tricolore – Via A. Raffaele n° 4

Mostra dei bozzetti dei Carri del Carnevale, XX mostra sul Carnevale “Maschere e mascherine… l’arte acitana”

Concorso di disegno su cartolina postale a cura dell’Associazione Filatelica Numismatica Acese

dal 18 al 28 febbraio – Piazza Duomo 16 Annullo postale commemorativo “II più bel Carnevale di Sicilia 2017”

Bottega della Cartapesta a cura dell’Associazione Artigianato Acese in Piazza Garibaldi

Carnevale di Acireale a Taormina – Mostra di carri in miniatura

dal 10 al 28 febbraio – Palazzo Corvaia, Taormina – ingresso libero

Carnival’s Got Talent – esibizione di giovani artisti

I CARRI IN GARA

Il pranzo è servito – Cantiere Scalia Fichera

Il carro denuncia la situazione politica italiana, che versa ormai in una situazione di totale confusione. Al centro Matteo Renzi ed Angelino Alfano intenti a consumare i risparmi degli italiani, mettendoli apparentemente in un grande salvadanaio a forma di Montecitorio. Nella parte anteriore del carro un corpo di ballo rappresenterà il popolo italiano in una festa danzante, illuso di una svolta economica che non arriverà mai e soprattutto ignaro del raggiro di cui è vittima.

La speranza è l’ultima a morire – Cantiere Ardizzone

In un periodo storico in cui sembrano esserci solo contraddizioni, crisi e minacce, questo carro vuole lasciare viva la speranza di un futuro migliore, lanciando un messaggio di ottimismo e non rassegnazione. Nel mito di Esiodo, l’apertura del vaso da parte di Pandora riversa sul mondo mali inimmaginabili, ma anche quando tutto si crede perduto sopravvive la speranza, raffigurata da una fenice. È proprio la speranza a dare la forza all’essere umano per andare avanti e progettare un futuro migliore.

Acque bollenti – Cantiere Gapass

È la tematica ambientale, ed in particolare quella della salute del nostro mare, a prevalere in questo carro che raffigura un acquario tropicale contenente varie specie. Al centro spicca un gigantesco pesce leone con le sue striature, i suoi colori e l’incredibile sviluppo delle sue pinne che ne fanno un animale affascinante. Dietro questo esemplare si nasconde però un’insidia, infatti il pesce leone è divenuto in questi anni il simbolo del surriscaldamento dei mari, grazie alla sua capacità di adattarsi a nuovi mari, nuovi fondali e soprattutto alla sua massiccia diffusione che mette a repentaglio gli ecosistemi marini in cui avviene la migrazione. La responsabilità però non è che dell’uomo, reo di inquinare il suo stesso pianeta. Allora il pesce leone si trasforma in simbolo di pace e di unione che accomuna tutti i popoli del mondo, chiamati a salvare l’umanità dai pericoli che essa stessa genera.

Buon appetito – Cantiere Mario Scan

L’opera si fa carico del problema sempre più drammatico dell’inquinamento del sottosuolo, fonte di denaro per le organizzazioni criminali e di problemi di salute per gli esseri viventi. Ci spinge a riflettere su ciò che stiamo perdendo e sugli effetti che l’inquinamento produce nel cibo che ogni giorno consumiamo. Gli ortaggi presenti sul carro, carichi di sostanze tossiche, esprimono il loro dissenso nei confronti dell’agire umano incurante dei problemi del sottosuolo, denunciando le ricadute sulla qualità di ciò che mangiamo. Dunque, buon appetito.

OGM: il frutto del denaro – Cantiere Principato Mario

Diverse sono le figure interessanti di questo carro, che tratta un tema ambientale molto attuale: le conseguenze degli OGM e dell’utilizzo di diserbanti altamente inquinanti nei nostri terreni. La spaesata figura di uno spaventapasseri, capace di proteggere il campo dall’attacco degli uccelli, ma non dall’avarizia e dall’incoscienza dell’uomo, è un impotente spettatore dell’invasione del glifosato, un diserbante tossico prodotto dalla multinazionale Monsanto Company, rappresentata alle sue spalle da un mietitore che inquina i campi con i suoi prodotti, mentre davanti, in primo piano, nulla può fare il povero contadino siciliano minacciato dai due loschi figuri al suo fianco. Un augurio di speranza si innalza però dal retro del carro in cui una cassetta di ortaggi e frutta locali e genuini rappresenta la grande ricchezza della nostra terra, che bisogna proteggere dagli speculatori.

Imperfetta meraviglia (secondo i carristi), Cantiere Scalia Fichera

Il magico incontro tra Sole e Luna che si uniscono in un abbraccio rappresenta in questo carro il coronamento di un amore ritenuto quasi impossibile e osteggiato da varie parti. Su questo si basa la metafora con la questione delle coppie di fatto, che si vedono negare i propri diritti da una mentalità che non è pronta ad accettarle e dalle istituzioni che rimangono inerti di fronte alle loro richieste. Eppure, questi amori resistono e coraggiosamente fanno sentire la propria voce: l’associazione rappresenta la loro storia augurandosi che la questione possa al più presto trovare una conclusione.

Terra mia  – Cantiere Cavallaro

La Sicilia, meta di turisti e viaggiatori, amata in tutto il mondo per le meraviglie che la rendono famosa: la sua natura, i suoi profumi, i suoi sapori e la sua mitologia. Eppure, i Siciliani conoscono bene i problemi che devono affrontare quotidianamente, tuttavia, animati dalla forza che li contraddistingue, continuano a non arrendersi e a reagire davanti a tutte le difficoltà. A sostenerli in questa impresa la loro passionalità, simboleggiata dalla storia d’amore tra Aci e Galatea, tormentati dal Ciclope Polifemo, ma anche la prosperità e la fertilità della loro Terra, rappresentata dalla Trinacria e, soprattutto, la potenza del vulcano Etna e del dio Poseidone, immagine di un popolo che rimane coraggioso e forte anche nei momenti più difficili.

Furores – Cantiere Messina

Le minacce terroristiche, l’immigrazione clandestina, gli episodi di violenza, simboleggiati dai tre grandi leoni in primo piano, sono solo alcune delle paure che colpiscono il popolo italiano, che, dall’altro lato, non trova sostegno nemmeno nell’Unione Europea di cui fa parte, troppo intenta a dettare regole e leggi e lontana dai problemi dei sui cittadini, di cui invece si fa beffa. L’unica speranza per la nostra nazione diventa quella di ritornare alle origini della propria storia, simboleggiata dalla figura di un generale romano, che, voltandosi, svelerà il viso del Presidente Sergio Mattarella, unico in grado di dare forza ai suoi concittadini. Questi, infatti, stufi delle continue prese in giro, si rivolgono alla figura mitologica della Bocca della Verità, che secondo la leggenda mangiava la mano di chi testimoniava il falso, per riaffermare il valore dell’onestà.

 

ACIREALE CARNEVALE 2017: MASCHERE E TESTONI: LA SATIRA DISSACRANTE DEL CARNEVALE

Via al weekend più atteso: musica sotto le stelle, parate e travestimenti

ACIREALE – C’è la bella Italia, in sembianze femminili, che fa lo spogliarello delle sue ricchezze imprenditoriali, e c’è anche baby Donald Trump che fa i capricci e gioca con le vite degli stranieri. Poi c’è la maniaca dei selfie, il polpo siciliano insaporito col limone, e il Ciclope che si gode le bellezze naturali della nostra terra. La satira dissacrante del Carnevale di Acireale quest’anno prende di mira anche la “dormiente” economia nazionale, la mazzata del canone tv, la fuga dei cervelli all’estero e l’esportazione delle armi nei Paesi Arabi.

Ecco i temi rappresentati dalle sette maschere isolate e dai due testoni in concorso per l’edizione 2017. Sono opere più piccole e meno complesse degli imponenti carri allegorici, ma sono un altro ingrediente fondamentale del mix di creatività e maestria artigianale voluto dalla Fondazione Carnevale Acireale, presieduta da Antonio Belcuore. A realizzarle sono infatti le giovani leve della cartapesta, la cui crescente manualità e passione per la tradizione alimentano la storia e il futuro del “Più Bel Carnevale di Sicilia”. [continua in allegato]

DIRETTA E RILASCIO SEGNALE VIDEO: INFO PER LE TELEVISIONI

La Fondazione rilascerà gratuitamente il segnale video alle tv che volessero trasmettere la diretta della parata di domenica 26 febbraio (dalle 17 alle 21). Le emittenti interessate dovranno produrre un’istanza da inviare all’indirizzo amministrazione@carnevaleacireale.it, con la richiesta di poter diffondere le immagini in diretta, e accedere alla zona interdetta al traffico con i loro mezzi di produzione indicando la relativa targa.

La produzione sarà interamente in HD e verrà effettuata dalla regia posta in via Ruggero Settimo ad Acireale da un camion targato EL 442 ZZ

Uscite video: HD SDI EMBEDDED | SD SDI EMBEDDED | ANALOGICO

 us Lc

ACIREALE: GIOVEDI’ 2 MARZO INIZIA LA MAPPATURA DELL’EX STABILIMENTO DELLE ACQUE POZZILLO  

Acireale – La città si appresta a vivere una giornata storica. Giovedì 2 marzo la Guardia di Finanza toglierà i sigilli all’ex stabilimento delle Acque Pozzillo.

Alle 9.30 alla presenza del sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, inizierà ufficialmente la mappatura dell’area sottoposta a sequestro. Sarà il primo passo per la bonifica dell’area, tra i siti siciliani con le più alte concentrazioni di amianto.

 Negli anni ’90 si interrompe la produzione dell’acqua minerale “Pozzillo” e l’enorme stabilimento a ridosso dell’omonima frazione marinara acese chiude i battenti. L’ex stabilimento Acque Pozzillo, acquistato successivamente dalla Sidoti Acque, diventa simbolo di un fallimento e viene abbandonato e dimenticato.

Nel 2010 la comunità pozzillese, il parroco, il consigliere comunale Rito Greco accendono i riflettori su quei capannoni fatiscenti, diventati un pericolo per la salute della popolazione.

Le lastre grigie di eternit che ricoprono una superficie di circa diecimila metri quadrati sono ben visibili. Le strutture in fibra di cemento – amianto sono sfaldate, denunciano, le spore che si sprigionano da esso sono portate dal vento anche ad enormi distanze, la situazione è allarmante.

La vicenda giudiziaria inizia nel 2013, quando la Guardia di Finanza dispone il sequestro dell’area a seguito dell’intervento dell’ASP di Palermo.

Le analisi parlano chiaro e certificano la presenza di microparticelle di amianto. Le lastre di copertura dei capannoni sfaldandosi per l’usura del tempo liberano fibre estremamente dannose per la salute dei cittadini.

Il Comune di Acireale emette un’ordinanza che intima alla Sidoti Acque di intervenire immediatamente eliminando il pericolo per la pubblica incolumità, ove la stessa risultasse inadempiente, il Comune sarebbe intervenuto in danno. La Sidoti Acque non interviene, impugna l’ordinanza e si appella al TAR e al CGA.

Il giudizio è unanime e a soccombere è la proprietà.

E’ il 2014 , si insedia l’attuale Amministrazione guidata dal sindaco Roberto Barbagallo. L’assessore all’Ambiente ed al Contenzioso, Francesco Fichera, rende noto che il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, con ordinanza n. 394/2014, ha respinto l’appello proposto dalla società proprietaria dello stabilimento sito a Pozzillo, destinataria della nota ordinanza di rimozione e smaltimento rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi L’Amministrazione del Comune di Acireale dà pronta esecuzione all’ ordinanza.

La Sidoti Acque non intende osservare la disposizione e viene denunciata per l’ipotesi di reato di inquinamento ambientale.

Il Comune di Acireale si costituisce parte civile nel procedimento penale e arriva la conferma del rinvio a giudizio per la Sidoti Acque, società titolare dello stabilimento ex Acque Pozzillo.

L’amministrazione Barbagallo dà concreto avvio alla risoluzione del problema. Dà incarico a un professionista al fine di provvedere alla mappatura complessiva del sito, atto propedeutico alla rimozione dell’amianto e alla bonifica del sito.

Dopo la demolizione dell’ecomostro della Timpa di Acireale arriva un altro atto importante dell’Amministrazione Barbagallo di rispetto dell’ambiente e della legalità. E in questo caso anche un intervento improcrastinabile a tutela della salute pubblica.

us L.c

 

ACREALE CARNEVALE 2017: LA FESTA VIAGGIA SUL WEB: GLI SPAZI DIGITALI DIVENTANO SPORTELLI DI SERVIZIO PER LE INFORMAZIONI “REAL TIME”

ACIREALE – Un vero e proprio desk virtuale, che oltre a raccontare #live il Carnevale di Acireale, risponde in tempo reale alle richieste di turisti e cittadini: traffico, programma eventi, indicazioni stradali, logistica, parcheggi, curiosità, andamento e soste dei carri. Il mondo digital che ruota intorno al divertimento carnascialesco racchiude un pubblico trasversale che cresce di anno in anno, fino a diventare – in questa edizione 2017 – cuore pulsante della manifestazione.

«Abbiamo deciso di affidare il coordinamento al prof. Davide Bennato dell’Università di Catania, per potenziare gli spazi dei social network, oggi strategici per attrarre le nuove generazioni e offrire una vetrina globale ai maestri artigiani e alle bellezze della nostra città – spiega il presidente della Fondazione Carnevale Acireale Antonio Belcuore – l’anno scorso due milioni e 900mila utenti hanno seguito l’evento attraverso le pagine ufficiali di Facebook, Twitter, Instagram e YouTube: strumenti innovativi per “connettersi” con le atmosfere allegre di questi giorni. Speriamo di far crescere questo dato, a dimostrazione dell’impegno che tutta la squadra sta mettendo in campo».

Così la vetrina 2.0 – hashtag ufficiale #acicarnevalediventa anche sportello al servizio degli utenti, con un’organizzazione che conta un team composto da 7 strategist – dislocati su più fronti – che seguono ogni minimo dettaglio e che postano in rete immagini colorate e rappresentative.

Domenica 26 febbraio, giornata clou del programma, la Fondazione inoltre trasmetterà – dalle 17.00 alle 21.00 – la diretta sul canale YouTube, con immagini della sfilata dei carri che verranno distribuite alle televisioni accreditate.

«Il nostro Carnevale viaggia in tempo reale sulla rete: telefonini in mano per riprendere le esibizioni dei carri e postare video, foto e commenti. È questo il riscontro più evidente della bellezza della manifestazione – continua il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo – è una grande festa popolare, e nonostante sia figlia di una tradizione che si perde nei secoli passati, oggi corre veloce e cavalca tutti gli strumenti della tecnologia per raggiungere nitidamente anche chi non può godersi lo spettacolo dalla piazza. Il riscontro già nei primi giorni di questa edizione è stato eccezionale. Il Carnevale di Acireale fa il giro del mondo: è emozionante rivedere gli scatti e le immagini dei giganti in cartapesta circondati dal barocco e dalle basiliche e cogliere in tempo reale la gioia e l’entusiasmo del nostro pubblico». 

venerdì 24 febbraio – dopo la giornata dedicata ai più piccoli – sarà tempo di music&dance con i balli in piazza Duomo a partire dalle 10.00, mentre alle 16.00 al Teatro Turi Ferro (con parcheggio gratuito nel cortile San Luigi) si terrà il concorso dei bambini in maschera. Alle 20.00 in Piazza Duomo le protagoniste saranno le scuole di danza acesi che si esibiranno davanti al grande pubblico.

Il calendario completo del “Carnevale di Acireale 2017” è disponibile su www.fondazionecarnevaleacireale.it e sui canali social ufficiali.

 

  • Il Carnevale di Acireale 2017 è arricchito da un interessante corollario di iniziative collaterali promosse da numerose associazioni territoriali. Il calendario degli appuntamenti è integrato al programma completo ufficiale, consultabile sul sito web e sui canali social;
  • Torna la “Lotteria del Carnevale”: per chi acquista i biglietti in palio una Lancia Nuova Y, uno scooter Keeway Logik e una crociera per due persone. L’estrazione finale è fissata per il 13 maggio;
  • Oltre al media partner RDS 100% Grandi Successi, la Fondazione Carnevale di Acireale ringrazia gli sponsor: Credito Siciliano, Decò – Gruppo Arena, Input – Comunicazione ed Eventi, McDonald’s, MSC Crociere, SAC – Società Aeroporto Catania; e i partner tecnici: AdvMaiora, Mandarin, Vision Sicily
  • DIRETTA E RILASCIO SEGNALE VIDEO: INFO PER LE TELEVISIONI

La Fondazione rilascerà gratuitamente il segnale video alle tv che volessero trasmettere la diretta della parata di domenica 26 febbraio (dalle 17 alle 21). Le emittenti interessate dovranno produrre un’istanza da inviare all’indirizzo amministrazione@carnevaleacireale.it, con la richiesta di poter diffondere le immagini in diretta, e accedere alla zona interdetta al traffico con i loro mezzi di produzione indicando la relativa targa.

La produzione sarà interamente in HD e verrà effettuata dalla regia posta in via Ruggero Settimo ad Acireale da un camion targato EL 442 ZZ

Uscite video: HD SDI EMBEDDED | SD SDI EMBEDDED | ANALOGICO

 US L.c

Acireale : Il Consiglio Comunale approva il Bilancio di Previsione Armonizzato “Ordinaria Amministrazione” commenta ironico il Sindaco Roberto Barbagallo

Acireale – Al termine di una seduta fiume il Consiglio comunale di Acireale ha approvato il Bilancio di previsione 2017-2019 con i relativi allegati.

Su 23 consiglieri comunali presenti al momento della votazione sono stati 18 i voti favorevoli, cinque i contrari. L’opposizione  non ha motivato il voto contrario al bilancio, tuttavia alcuni di loro ne hanno elogiato in alcuni punti i dettagli e la correttezza nella stesura.

Il “bilancio” nell’esercizio di un governo rappresenta, la spina dorsale dell’azione politica del governo stesso. Una nuova vittoria quindi di questa amministrazione che incassa il via dal Consiglio Comunale

Soddisfatto il consulente economico il dr Salvo Nicotra che si presenta in Consiglio con l’innovazione delle slide, per rendere più chiaro il concetto di bilancio e la ripartizione delle entrate e delle spese. « Un lavoro iniziato già a Luglio – ci spiega Nicotra nell’intervista dal vivo che ci ha concesso stamane – lavoro in cui, la presenza costante del sindaco Roberto Barbagallo e di tutta la Giunta è stata di fondamentale importanza. La Tari argomento su cui mi sono soffermato viene sgravata da quest’anno del 20% ma è un incognita ed una percentuale che non mi soddisfa in pieno, con l’avvio della differenziata vorrei si facesse di più, ma questo di più non dipende dall’Ente, dipende dal grado di civiltà dei cittadini, sarebbe auspicabile che quelli virtuosi facessero da traino a coloro che ancora non hanno ben chiaro il meccanismo e si alienano nell’inciviltà»

A conclusione dei lavori il sindaco, Roberto Barbagallo, ha ringraziato gli uffici, il collegio dei revisori, le commissioni per il lavoro svolto e i consiglieri, che hanno approvato il documento finanziario.

«E’ d’obbligo ringraziare il Consiglio comunale, i consiglieri di maggioranza, quanti hanno votato il bilancio e anche chi non si è espresso, ma è stato presente alla discussione in aula. Il dato storico è che il Bilancio di previsione 2017 è stato approvato nella seduta del 22 febbraio e questo se volete sarà pure ordinaria amministrazione, rispetto al passato,- ha commentato ironico il primo cittadino-. Così come per noi è stata ordinaria amministrazione ricevere in dote 50 milioni di euro di mutui e stralciare 16 milioni di residui attivi e avere 0 interessi passivi, mentre in passato gli interessi passivi si aggiravano tra i 150 mila e i 200 mila euro. E’ ordinaria amministrazione programmare un calendario di eventi per tutto l’anno. E’ ordinaria amministrazione destinare 100 mila euro a commercianti, pescatori e artigiani sugli interessi passivi e 30 mila euro al centro storico per le aperture di nuove attività. E’ ordinaria amministrazione il bilancio partecipato e consentire a tanti cittadini di partecipare attivamente alla programmazione e alla vita della città. E’ ordinaria amministrazione l’avvio della raccolta differenziata, finalmente, dopo innumerevoli anni, come sarà ordinaria amministrazione la realizzazione del Centro Comunale di Raccolta, così come la riduzione della Tari. E’ tutta ordinaria amministrazione. Il coraggio di questa amministrazione è ben visibile dai fatti di questi due anni e mezzo. Coraggioso è anche amministrare da buon padre di famiglia e fare i conti con un bilancio che deve pareggiare entrate e uscite e continuare a portare avanti i grossi progetti infrastrutturali come il parcheggio scambiatore e la funivia, Aci Green Way o il contratto di quartiere di San Cosmo, sfruttando con intelligenza i preziosi fondi regionali e ministeriali».

Intanto dall’ufficio stampa del Sindaco arriva il comunicato stampa che spiega nei dettagli quanto segue:

La proposta, approvata lo scorso novembre dalla Giunta, è stata elaborata in tempi rapidi che hanno consentito ad Acireale di collocarsi al terzo posto in ambito nazionale tra i Comuni virtuosi.

Il sindaco, che detiene la delega al Bilancio ha illustrato i principali obiettivi politici del documento.

Obiettivo dell’amministrazione era approvare il documento in tempi certi e utili per la programmazione degli interventi per lo sviluppo della città, come prescritto dalla legge, nonostante il periodo storico di incertezza economica e il nuovo sistema di contabilità armonizzata.

L’Amministrazione ha garantito la riduzione delle spese di rappresentanza, quasi azzerato gli interessi passivi sull’anticipazione di cassa, e il massimo contenimento della pressione fiscale, prevedendo per la Tari 2017 la riduzione del 20%.

Ha pensato alla massima equità nella tassazione prevedendo sgravi fiscali per i diversamente abili e per l’unico occupante e cercato di mantenere la qualità di servizi sociali, educativi e sanitari, anche grazie al sostegno della Comunità europea, con il Pon Inclusione.

Ha messo in campo una strategia per lo sviluppo del territorio, a partire dal Piano triennale delle Opere pubbliche, che prescinde dalle risorse della programmazione europea, tramite il GAL, il GAC e Agenda Urbana. Nonostante le entrate delle opere di urbanizzazione notevolmente in calo, l’Amministrazione ha stanziato 70 mila euro per le spese della progettazione. Ha previsto un Piano per la valorizzazione del territorio, che partirà dalla pubblicazione di un bando di 320 mila euro per la ripavimentazione delle più importanti arterie stradali e uno stanziamento per la riqualificazione e la realizzazione di nuove rotatorie.

Ha destinato somme all’attuazione della Ztl e al decoro urbano.

Ha confermato lo stanziamento di 250 mila euro per la bonifica e lo smaltimento dell’amianto dell’ex stabilimento delle Acque Pozzillo.  Il prossimo 2 marzo inizierà la mappatura del sito.

170 mila euro saranno destinati alle proposte dei cittadini inserite nel Bilancio partecipato.

250 mila euro di proventi della Polizia Municipale saranno stanziati per il parcheggio dell’ex Gulli e Pennisi alle spalle della Biblioteca e Pinacoteca Zelantea.

30 mila euro per incentivare le attività imprenditoriali nel centro storico.

100 mila euro ad annualità destinati ad agevolare commercianti, pescatori e artigiani in termini di riduzione di interessi passivi da corrispondere agli istituti di credito che aderiranno al progetto.

Ha destinato 900 mila euro alla cultura e allo spettacolo per il calendario Acireale Eventi che prevede un grosso evento al mese.

L’attenzione dell’Amministrazione si è concentrata anche sul riammodernamento del sistema informatico.

Tutti gli aspetti tecnici del documento finanziario, che prevede entrate complessive per 75.102.096 sono stati illustrati all’aula in modo chiaro e innovativo dal consulente economico, Salvo Nicotra, tramite la proiezione di slide che fotografano la struttura demografica, sociale ed economica del Comune di Acireale.

 As ( note us L.c)

 

 

 

 

Acireale carnevale 2017 : Un inedito Giovedì Grasso dedicato a bambini e ragazzi, parata ispirata ai “popoli del mediterraneo” Il programma della giornata

ACIREALE – Cosa sarebbe il Carnevale senza i bambini? Sono loro i primi a crederci, a viverlo in modo spensierato, a travestirsi con fierezza, a coinvolgere genitori e adulti. Ed è a loro che la Fondazione Carnevale Acireale dedica un’esclusiva giornata: domani, giovedì 23 febbraio, il programma della manifestazione riprende, dopo il weekend d’apertura, con iniziative pensate per le nuove generazioni.

«Non c’è Giovedì Grasso più bello di quello vissuto interamente con e per i più piccoli – ha affermato il presidente della Fondazione Antonio Belcuore – è una novità di questa edizione 2017 per sottolineare l’importanza del loro coinvolgimento e della loro partecipazione. Non bisogna dimenticare infatti che se l’evento di Acireale vanta una lunga storia ed è riconosciuto nel panorama culturale nazionale, lo si deve alla tradizione della cartapesta che nel tempo si tramanda da padre in figlio, di generazione in generazione, diventando una passione e un impegno fin dalla giovanissima età».

Confermato l’appuntamento con “Scuole in maschera”, al cui concorso partecipano quattro istituti comprensivi acesi: «Come da tradizione, diamo spazio alla creatività e alla bellezza dei costumi degli alunni delle nostre scuole – ha spiegato l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Adele D’Anna – un’attività che coinvolge anche i docenti e le famiglie, che realizzano i travestimenti ed elaborano divertenti coreografie. Domani tutto il circuito è stato pensato per i bambini: abbiamo invitato le scuole dell’hinterland perché sarà la festa di tutte le famiglie. I bambini torneranno poi protagonisti il sabato mattina con la sfilata lungo il circuito e il flash mob in piazza Duomo».

Su la maschera, spazio al divertimento genuino e allo spirito carnascialesco che si colora di coriandoli e stelle filanti: «I bambini sono i veri protagonisti del nostro Carnevale – ha dichiarato il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo – il loro stupore e la loro allegria sono gli ingredienti più preziosi per la nostra festa. Vogliamo che questa sia una giornata indimenticabile: invitiamo tutti i bambini a partecipare e a divertirsi con noi».

La parata dei gruppi mascherati scolastici inizierà alle 16.00, percorrendo il circuito tradizionale Corso Umberto – Corso Italia – Corso Savoia, e ispirandosi al tema “I Popoli del Mediterraneo”. «I gruppi degli alunni – ha specificato il direttore artistico del Carnevale Giulio Vasta – saranno accompagnati dalle opere in cartapesta, dodici tra testoni e maschere isolate, realizzate dalle giovani promesse del Carnevale acese, che riproducono personaggi della politica e del mito e temi di attualità».

Alle 18.00 tutti in Piazza Duomo dove si accenderà l’entusiasmo del “Pomeriggio Giovani”, una festa in maschera per ragazzi con dj, animazione, zucchero filato, popcorn e l’esibizione del gruppo musicale “Te le ricordi tu” che canterà le sigle e le canzoni dei cartoni animati che hanno fatto la storia.

INIZIATIVE COLLATERALI

In contemporanea sono in corso altre iniziative collaterali al programma della Fondazione. Fino al 28 febbraio sarà possibile visitare ben cinque esposizioni: il “XXI Concorso Carri in miniatura” a cura dell’Associazione Culturale Gruppo Liberi Artisti (presso IPAB Santonoceto, Corso Umberto 188); la “Mostra dei bozzetti dei Carri del Carnevale”, la XX Mostra “Maschere e mascherine… l’arte acitana”, e il Concorso di disegno su cartolina postale, tutte in Piazza Duomo 16 e a cura dell’Associazione Filatelica Numismatica Acese; infine “Carnevale di Acireale a Taormina – Mostra di carri in miniatura”, con ingresso libero a Palazzo Corvaia della cittadina messinese.

A queste si aggiungono: la Bottega della Cartapesta a cura dell’Associazione Artigianato Acese in Piazza Garibaldi, e il Numero Unico di Carnevale, rivista satirico-umoristica del Circolo Universitario.

Il calendario completo del “Carnevale di Acireale 2017” è disponibile su www.fondazionecarnevaleacireale.it e sui canali social ufficiali.

 

 

  • Il Carnevale di Acireale 2017 è arricchito da un interessante corollario di iniziative collaterali promosse da numerose associazioni territoriali. Il calendario degli appuntamenti è integrato al programma completo ufficiale, consultabile sul sito web e sui canali social;
  • Sono stati due milioni e 900mila gli utenti che l’anno scorso hanno seguito il Più Bel Carnevale di Sicilia sui social network. Le pagine ufficiali Facebook (@CarnevaleAcireale), Twitter (@Acicarnevale), Instagram (@carnevaleacireale) e You Tube (Carnevale di Acireale), sono già attive per tenere informati, anche in tempo reale, coloro che vogliono “connettersi” alla manifestazione. Hashtag ufficiale #acicarnevale;
  • Torna la “Lotteria del Carnevale”: per chi acquista i biglietti in palio una Lancia Nuova Y, uno scooter Keeway Logik e una crociera per due persone. L’estrazione finale è fissata per il 13 maggio;
  • Oltre al media partner RDS 100% Grandi Successi, la Fondazione Carnevale di Acireale ringrazia gli sponsor: Credito Siciliano, Decò – Gruppo Arena, Input – Comunicazione ed Eventi, McDonald’s, MSC Crociere, SAC – Società Aeroporto Catania; e i partner tecnici: AdvMaiora, Mandarin, Vision Sicily.
  • us.L.c
1 2 3 11