ACIREALE: IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA L’ISTITUZIONE DELLE GUARDIE AMBIENTALI VOLONTARIE

Acireale- Ieri il consiglio comunale di Acireale ha approvato all’unanimità il Regolamento per l’istituzione della figura di guardia ambientale comunale volontaria”. La delibera approvata dalla giunta è stata presentata in aula dal comandante della polizia municipale Antonio Molino, incaricato dall’amministrazione di redigere il regolamento per implementare l’azione volontaria di contrasto all’abbandono e al deposito incontrollato di rifiuti sul territorio comunale.

«Considerati i casi che continuano a verificarsi quotidianamente su tutto il territorio comunale, i sette soggetti impiegati per la vigilanza ambientale sono più che insufficiente e se questi comportamenti incivili persisteranno il numero dei soggetti da mettere in campo sarà sempre insufficiente. Ho voluto dare al regolamento un taglio diverso rispetto a tanti comuni, in linea con la giurisprudenza in materia, le guardie non avranno una potestà di accertamento propria, ma in quanto volontari incaricati di pubblico servizio, avranno la possibilità di fare segnalazioni opportune e documentate, che diventeranno verbale di accertamento fatto proprio dalla polizia municipale e notificato all’utente. Preponderante, in questa fase di avvio del porta a porta, sarà la funzione educativa e informativa sul corretto conferimento dei rifiuti», – ha spiegato Molino-. Ho già incontrato un’associazione disponibile e avremmo già 16 persone da affiancare al nostro servizio».

All’approvazione del regolamento, seguirà la stipula di un protocollo d’intesa e di apposite convenzioni con associazioni e cittadini interessati.

L’assessore alle Politiche Ambientali, Francesco Fichera, ha ringraziato l’aula, il comandante Molino e le commissioni per il lavoro svolto e ha inoltre sottolineato l’importanza del ruolo dei consiglieri comunali nel territorio nella fase di avvio della raccolta differenziata.

«Non è una novità l’istituzione della figura della guardia ambientale volontaria, è una pratica inserita tra quelle virtuose assunte da diversi comuni, ma è un altro passo avanti. Arriviamo in ritardo di 10 anni alla differenziata, ma oggi ci siamo arrivati, con fatica e con spirito di abnegazione. Il sistema in molte zone funziona, le percentuali quotidiane sono elevate, adesso si tratta di comprimere fino alla totale repressione alcuni fenomeni che persistono per indolenza e cattive abitudini. Questo strumento ci consentirà di avere più figure sul campo, ci interessa che abbiano intanto funzione di educazione sul corretto conferimento dei rifiuti, l’aspetto repressivo non può non esserci ci consentirà di mettere ordine, in modo che ad Acireale non si parli della differenziata come rivoluzione ma ordinarietà conquistata nel 2017».

G.M. n. 22 del 15.02.2017

Us Lc

ACIREALE, CINQUE NUOVI AGENTI DI POLIZIA MUNICIPALE

Acireale- Nominati cinque nuovi agenti nella Polizia Municipale

Nelle strade del Comune di Acireale sono già operativi cinque nuove agenti di Polizia Municipale.  Il nuovo profilo professionale è stato conferito dal sindaco, Roberto Barbagallo, a cinque dipendenti a tempo determinato e indeterminato di categoria C, che hanno partecipato al bando interno indetto dall’ente per l’accesso al corso di qualificazione.

I nuovi agenti, a conclusione del corso, sono stati sottoposti ad una prova pratica e a un colloquio a cura della commissione giudicatrice che li ha ritenuti idonei.

Soddisfazione è stata espressa dal primo cittadino, Roberto Barbagallo, e dal comandante di Polizia Municipale, Antonino Molino.

«Abbiamo portato a termine la procedura prevista e mi complimento con i nuovi agenti. Sono persone che hanno voluto scommettersi e cambiare la propria attività e sono risorse importantissime che si occuperanno di viabilità, settore che ha estremo bisogno di nuove forze», dichiara il comandante Molino.

«Mi congratulo con i nuovi agenti della Polizia Municipale di Acireale e sono certo che svolgeranno la loro nuova attività con grande motivazione, – commenta il sindaco-. Alla luce dei pensionamenti, abbiamo ritenuto indispensabile indire il bando interno e rafforzare il settore, che, con i nuovi innesti, conta appena 75 unità e i cinque nuovi agenti sono stati subito chiamati ad adoperarsi lungo le strade cittadine».

Lc

Acireale : Il centro storico cambia volto con la ztl

L’ amministrazione comunale di Acireale cambia il volto al centro storico e sceglie di renderlo meno inquinato, di migliorare la qualità della vita di chi ci abita, ci lavora o di chi lo frequenta per passeggiare e fare shopping. È un passo in avanti verso la vivibilità.

«Invito la cittadinanza, a lasciare le auto a casa a venire nel centro storico, a camminare a piedi, con le bici o a usare le navette che saranno disponibili gratuitamente tutte le mattine e tutti i pomeriggi e ci aiuteranno in questa fase sperimentale. Compriamo nei nostri negozi, passeggiamo, viviamo il centro storico e la bellezza dei nostri luoghi.- queste le parole del sindaco Roberto Barbagallo in conferenza stampa – Dobbiamo abituarci tutti alla nuova mobilità, capire quali sono gli errori, cosa va migliorato e alla fine di questi due mesi, a conclusione della Fiera della Ionio, che faremo nel centro storico tireremo le somme. Nel frattempo – conclude – con l’università di Catania, incaricata della redazione del PUT, calendarizzeremo i tavoli per incontrare tutti i cittadini, perché la ZTL deve cambiare in meglio il volto della nostra città, lo dico ai commercianti preoccupati, deve essere una svolta decisiva e positiva per tutti noi»

WP_20160702_10_39_49_Pro

Una  ZTL oggetto di accesi dibattiti, ma che darà la possibilità a cittadini e turisti di vivere il centro storico della città, fare una passeggiata, scoprire i locali del centro e partecipare a eventi senza lo stress della ricerca frenetica del parcheggio, senza smog, senza traffico e senza veicoli in sosta selvaggia. Il centro storico di Acireale sarà per tutti più ordinato, più pulito, più civile e di conseguenza nel tempo sarà valorizzato il tessuto commerciale, incentivata la mobilità pedonale e ciclistica, la frequentazione degli spazi pubblici e degli spazi aperti di maggiore pregio storico-artistico.

La misura sperimentale, che risponde anche all’esigenza dell’Università di Catania, incaricata della redazione del PIANO URBANO DEL TRAFFICO (PUT), di verificare l’impatto della modifica alla viabilità,

Tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 21.00 due bus navetta percorreranno le vie incluse in ZTL con capolinea in via Roma ed effettueranno le seguenti fermate: Via Roma, Piazza Garibaldi, Piazza Indirizzo, Corso Italia (di fronte al Corso Sicilia), Corso Savoia, Piazza Porta Gusmana, Piazza Duomo, Piazza Leonardo Vigo, Via Vittorio Emanuele II, rotatoria di Via delle Terme con Via Crocifisso, Via Gangi, Palazzo di Città e Largo XXV Aprile 1945.

Il transito sulla Z.T.L. è autorizzato ai veicoli delle forze di polizia e di pubblico soccorso, ai veicoli addetti alla pulizia delle strade e alla raccolta dei rifiuti, ai veicoli dei residenti che dispongono di spazi auto su area privata (garage), ai taxi, ai veicoli al servizio di persone disabili in possesso di contrassegno e di autorizzazione, agli autobus del trasporto pubblico di linea, ai veicoli dell’amministrazione comunale, ai velocipedi funzionanti a propulsione muscolare o a pedalata assistita.

«E’ un grande cambiamento – dichiara il comandante Antonio Molino che investe la vita quotidiana di chi abita di chi lavora e di chi frequenta il centro storico.  A loro abbiamo pensato scrivendo l’ordinanda, abbiamo pensato a chi ha i garage, a chi deve portare la spesa a casa, ai disabili, a chi ha particolari esigenze, anche temporanee. Tutti gli aventi diritto troveranno i moduli per ottenere i pass. Nei primi 14 giorni, fermo restando il divieto di sosta e fermata, faremo soprattutto prevenzione, ci sarà tolleranza, poi dovremo essere tutti in regola. – conclude – Saremo attenti a tutto, l’ordinanza è un punto di partenza e la sperimentazione riguarda anche la disciplina e la regolamentazione, continueremo a lavorare e a migliorare quanto già fatto. Dovrà essere un momento di sviluppo per la città, per i cittadini e per gli operatori commerciali», ha spiegato iI comandante Molino. (ORD_2016_296 ztl-2)

Alle ore 16.00, in corrispondenza dell’entrata in vigore della ZTL si è inaugurato il servizio navette gratuito

WP_20160702_16_04_41_Pro