Catania: Nuova gestione dell’ Aula Studio “Toscano Scuderi” dell’Ersu

Catania- In seguito alla partecipazione al bando per l’affidamento del servizio di gestione Aule Studio situate nelle Residenze universitarie dell’E.R.S.U. di Catania, si è tenuta l’inaugurazione  dell’aula studio presso la residenza “Toscano Scuderi”, da parte dell’associazione studentesca “Alleanza Universitaria”. Situata in via Caronda 101, l’aula è aperta a tutti gli studenti universitari dalle 9:00 alle 21:00, dal lunedì al sabato.

In occasione dell’inaugurazione hanno partecipato il magnifico rettore Francesco Basile e il presidente dell’ERSU professore Alessandro Cappellani, i quali insieme al presidente dell’associazione “Azione Universitaria”, Francesco Ferlito, oltre a fare un sopralluogo nell’aula studio, hanno anche  visitato i locali della residenza “Toscano Scuderi” incontrando i ragazzi Erasmus ospitati nell’edificio.

In seguito presso la sala conferenze si è tenuto un incontro con la dirigenza, i rappresentanti degli studenti dell’associazione Azione Universitaria e alcuni studenti che frequentano l’aula studio i quali sono accorsi numerosi alla conferenza.

Durante il suo intervento il rettore Francesco Basile ha informato la comunità studentesca sulle novità deliberate per il calcolo della fascia reddituale di appartenenza e l’esonero dal pagamento della tassa di iscrizione per le fasce meno abbienti.

Il presidente dell’associazione Alleanza Universitaria, Ferlito, dopo aver garantito che l’aula studio sarà gestita nel migliore dei modi per i due anni avvenire, ha ringraziato tutti i partecipanti all’evento,in particolare lo stesso  e il presidente dell’ERSU Cappellani, che sono riusciti a partecipare nonostante l’immenso numero di impegni istituzionali che affrontano quotidianamente, ha inoltre evidenziato come tale disponibilità sia un segno tangibile dell’avvicinamento delle istituzioni alla componente studentesca.

Successivamente è intervenuto il presidente Cappellani che ha sottolineato come la sua idea di affidare la gestione delle aule studio alle associazioni studentesche piuttosto che alle aziende private, possa essere un incentivo per responsabilizzare i ragazzi e renderli partecipi sull’utilizzo delle strutture messe a disposizione dall’ERSU.

In conclusione il vicepresidente dell’associazione studentesca, Alessio Sequenzia, ha basato il suo intervento sull’opportunità che l’ERSU concede alle associazioni studentesche tramite la gestione delle aule studio, sintomo di fiducia verso le nuove generazioni nella speranza che si possa ottenere una maggiore sinergia per migliorare i servizi erogati.

Sequenza insieme al dirigente Antonio Cabras, hanno omaggiato il presidente Cappellani e il  rettore con 2 magliette dell’evento “Corri Catania 2017”, iniziativa benefica che è stata sposata dall’associazione Azione Universitaria, invitando tutti alla gara di solidarietà che si terra il 14 maggio 2017.

us mg

 

 

 

 

“LE GIORNATE DELLA CULTURA”. ETNA COMICS E IL COMUNE DI ACIREALE PRESENTANO DUE APPUNTAMENTI CON DON ALEMANNO E LELIO BONACCORSO.

Arrivano ad Acireale due appuntamenti imperdibili per gli appassionati del fumetto, organizzati da Etna Comics con il Comune di Acireale. I due eventi sono inseriti nel cartellone de Le Giornate della Cultura promosso dall’Assessorato al Turismo e alle Attività Culturali.

I dettagli delle due giornate sono stati illustrati alla stampa stamattina al Palazzo di Città di Acireale da l’assessore alle Attività Culturali Antonio Coniglio, il direttore di Etna Comics Antonio Mannino, il direttore di produzione Giuseppe Scrivano e Salvatore Mellia dello staff Etna Comics.

«Il fumetto è un genere letterario meno impostato, più incisivo, immediato, capace di parlare direttamente alle coscienze e soprattutto ai più giovani. Sfruttiamo una forma interclassista e la utilizzeremo fino ai primi di aprile, proponendo a Palazzo di Città la mostra La Mafia raccontata ai ragazzi. Domani affronteremo il tema drammatico dell’immigrazione visto con l’ironia di Don Alemanno che presenterà il suo Exodus ai ragazzi delle scuole superiori», ha annunciato l’assessore Coniglio.

In conferenza stampa è intervenuto anche Alessandro Mereu, in arte Don Alemanno, che domani, venerdì 17 marzo alle ore 10.00 al Liceo Archimede di Acireale, presenterà il nuovo fumetto “EXODUS”.

«Dopo tanti anni di satira religiosa online con Jenus di Nazareth, ho deciso di utilizzare il personaggio per affrontare il tema scottante dell’immigrazione. Ho ipotizzato che facesse il bagno al largo delle coste maltesi, perdesse la memoria dopo un incidente con un motoscafo e fosse ripescato da un barcone di profughi, convinto di essere lui stesso un profugo», ha spiegato Mereu.

“Exodus, ultima produzione di Don Alemanno, edita da Magic Press, è il nuovo capolavoro del disegnatore sardo ambientato in Sicilia.

Una graphic novel con la quale Don Alemanno ha voluto dare una svolta alla propria narrazione fumettistica: si tratta infatti di una storia autoconclusiva, con una sceneggiatura fruibile anche da chi non ha mai letto la precedente produzione dell’autore.

In quest’opera il Don affronta la più grande delle sfide che possano presentarsi ad un autore satirico, quella cioè di trattare argomenti generalmente considerati “forti”, come il radicalismo islamico, la guerra e il dramma dei profughi, senza abbandonare l’ironia pungente, per non dire sfacciata, propria del suo approccio al racconto.

In Exodus, un Gesù “rispedito” tra gli uomini per la seconda volta batte la testa e perde la memoria: ha tutti i poteri di Gesù, ma non ricorda di esserlo. Ripescato da una nave carica di profughi, viene convinto dal resto dei passeggeri di essere un profugo egli stesso. Tornato sulla Terra come ultimo tra gli ultimi, vivrà sulla propria pelle la situazione di migrante, tra centri di accoglienza militarizzati e direttive europee che considerano i profughi come un dato statistico.

Per portare a termine la sua opera, Don Alemanno ha visitato l’isola di Lampedusa, intervistando i ragazzi ospiti del CARA, gli abitanti, le forze dell’ordine che vivono ogni giorno a stretto contatto il dramma dei rifugiati.

Exodus è il racconto di un’esperienza assolutamente realistica, a partire dai luoghi in cui le vicende sono ambientate (Lampedusa, il Canale di Sicilia, Catania) fino a svelare un inaspettato “dietro le quinte” del fenomeno accoglienza, spesso ignoto all’opinione pubblica e mai raccontato dai mass media.

Subire sulla propria pelle una situazione di guerra e fuggire da essa può fare uscire i lati più bestiali dell’animo umano, anche quando la circostanza richiederebbe una risposta di condivisione e solidarietà. Tutti questi aspetti emergono dalla graphic novel di Don Alemanno, con il preciso obiettivo di offrire una percezione, il più possibile realistica, di quello che è diventato a tutti gli effetti l’Esodo Biblico dei nostri giorni.

Exodus vanta tra i disegnatori che hanno collaborato anche il catanese Diego Fichera, scelto per realizzare le tavole di Jenus sull’isola”.

Sabato 18 marzo, in occasione della XXII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, alle ore 17.30 in Antisala Consiliare al Palazzo di Città di Acireale sarà inaugurata la mostra “LA MAFIA RACCONTATA AI RAGAZZI” di Lelio Bonaccorso e Marco Rizzo.

Interverrà Lelio Bonaccorso – fumettista, illustratore e insegnante.

«E’ una mostra di un’artista siciliano, Lelio Bonaccorso, realizzata in collaborazione con un altro editor siciliano, Marco Rizzo, che racconta a suo modo la mafia,- ha spiegato Antonio Mannino-. Saranno installate tavole e stampe che racconteranno questa trazione malvagia che tuttavia fa parte della nostra cultura».

“Legalità, un termine che ogni giorno riempie le pagine dei quotidiani e i servizi dei notiziari.

Spesso sull’argomento si frappone un filtro fra la gente e i mezzi di comunicazione di massa, un velo che non ci consente di percepirne tutte le sfumature. Quando dal complesso mosaico della rappresentazione dei fatti resta fuori qualche tassello, tocca allora alla potenza evocativa dell’arte visiva aggiungere nuovi pezzi. Ed ecco che l’occhio percepisce quelle sfumature

non colte prima. Arte che trova alcune delle sue forme più comunicative nell’illustrazione e nel fumetto, linguaggi la cui immediatezza giunge all’adulto così come al bambino.

La mostra “la mafia raccontata ai ragazzi” propone una panoramica della produzione artistica di

Lelio Bonaccorso, disegnatore messinese, che ha saputo tradurre in immagini temi drammatici che

non smettono mai di essere attuali: la mafia già tristemente nota e le nuove mafie dell’immigrazione. Spesso in collaborazione con il suo sodale Marco Rizzo, sceneggiatore trapanese, ha dato vita a graphic novel come Peppino Impastato – un giullare contro la mafia e Chi si ricorda di Nino Agostino? oltre a libri illustrati come La Mafia spiegata ai bambini e L’immigrazione spiegata ai bambini.

Il tratto personale e raffinato di Lelio Bonaccorso è al servizio di temi forti, affrontati stilisticamente a volte con la durezza che la cronaca impone, a volte con la delicatezza necessaria ai bambini per elaborare concetti “adulti”. Un’abilità non comune che contraddistingue da sempre la produzione artistica dei due autori. Tutte opere che confermano ancora una volta che la Sicilia è sì terra di forti contrasti ma anche terra dove l’arte continua incessantemente a comunicare e a incantare”.

In contemporanea all’inaugurazione della mostra, Libera – Presidio delle Aci- Pier Antonio Sandri con il Comune di Acireale organizza in piazza Duomo attività per bambini e, a partire dalle 18.00, un’occasione di riflessione in memoria delle vittime della mafia.

“LA MAFIA RACCONTATA AI RAGAZZI – graphic novel e illustrazioni su legalità e immigrazione-“ in Antisala Consiliare al Palazzo di Città di Acireale sarà aperta tutti i giorni dal 18 marzo al 3 aprile h. 9.30/12:30 – 16:30/19:30.

 

 

U.S. Licia Castorina

 

ACIREALE, “LE GIORNATE DELLA CULTURA”. DUE APPUNTAMENTI DEDICATI AGLI APPASSIONATI DEL FUMETTO CON DON ALEMANNO E LELIO BONACCORSO

Acireale – Arrivano due appuntamenti imperdibili per gli appassionati del fumetto, organizzati da Etna Comics con il Comune di Acireale. I due eventi sono inseriti nel cartellone de Le Giornate della Cultura promosso dall’Assessorato al Turismo e alle Attività Culturali.

In prima linea ci saranno gli studenti delle scuole superiori acesi.

Venerdì 17 marzo

Ore 10.00 -Liceo Archimede – Acireale

Presentazione del fumetto “EXODUS”. Sarà presente l’autore ALESSANDRO MEREU – cantante, fumettista e blogger. Dal 2012 è autore del fumetto online JENUS DI NAZARETH, sotto lo pseudonimo di Don Alemanno.

Exodus, ultima produzione di Don Alemanno, edita da Magic Press, è il nuovo capolavoro del disegnatore sardo ambientato in Sicilia.

Una graphic novel con la quale Don Alemanno ha voluto dare una svolta alla propria narrazione fumettistica: si tratta infatti di una storia autoconclusiva, con una sceneggiatura fruibile anche da chi non ha mai letto la precedente produzione dell’autore. In quest’opera il Don affronta la più grande delle sfide che possano presentarsi ad un autore satirico, quella cioè di trattare argomenti generalmente considerati “forti”, come il radicalismo islamico, la guerra e il dramma dei profughi, senza abbandonare l’ironia pungente, per non dire sfacciata, propria del suo approccio al racconto.

In Exodus, un Gesù “rispedito” tra gli uomini per la seconda volta batte la testa e perde la memoria: ha tutti i poteri di Gesù, ma non ricorda di esserlo. Ripescato da una nave carica di profughi, viene convinto dal resto dei passeggeri di essere un profugo egli stesso. Tornato sulla Terra come ultimo tra gli ultimi, vivrà sulla propria pelle la situazione di migrante, tra centri di accoglienza militarizzati e direttive europee che considerano i profughi come un dato statistico.

Per portare a termine la sua opera, Don Alemanno ha visitato l’isola di Lampedusa, intervistando i ragazzi ospiti del CARA, gli abitanti, le forze dell’ordine che vivono ogni giorno a stretto contatto il dramma dei rifugiati. Exodus è il racconto di un’esperienza assolutamente realistica, a partire dai luoghi in cui le vicende sono ambientate (Lampedusa, il Canale di Sicilia, Catania) fino a svelare un inaspettato “dietro le quinte” del fenomeno accoglienza, spesso ignoto all’opinione pubblica e mai raccontato dai mass media.

Subire sulla propria pelle una situazione di guerra e fuggire da essa può fare uscire i lati più bestiali dell’animo umano, anche quando la circostanza richiederebbe una risposta di condivisione e solidarietà. Tutti questi aspetti emergono dalla graphic novel di Don Alemanno, con il preciso obiettivo di offrire una percezione, il più possibile realistica, di quello che è diventato a tutti gli effetti l’Esodo Biblico dei nostri giorni.

Exodus vanta tra i disegnatori che hanno collaborato anche il catanese Diego Fichera, scelto per realizzare le tavole di Jenus sull’isola.

Sabato 18 marzo

Ore 17.30 –Antisala Consiliare Palazzo di Città – Acireale

Inaugurazione della mostra “LA MAFIA RACCONTATA AI RAGAZZI” di Lelio Bonaccorso

Interverrà Lelio Bonaccorso – fumettista, illustratore e insegnante. Ha pubblicato su Corriere della Sera, L’Unità, la Gazzetta dello Sport e Wired, partecipato a diversi festival del fumetto con esposizioni personali e collettive e raggiunto risonanza all’estero pubblicando anche in diversi stati europei, nel Nord America e in America latina. E’ anche docente alla scuola del fumetto di Palermo e Messina.

“Legalità, un termine che ogni giorno riempie le pagine dei quotidiani e i servizi dei notiziari.

Spesso sull’argomento si frappone un filtro fra la gente e i mezzi di comunicazione di massa, un velo che non ci consente di percepirne tutte le sfumature. Quando dal complesso mosaico della rappresentazione dei fatti resta fuori qualche tassello, tocca allora alla potenza evocativa dell’arte visiva aggiungere nuovi pezzi. Ed ecco che l’occhio percepisce quelle sfumature

non colte prima. Arte che trova alcune delle sue forme più comunicative nell’illustrazione e nel fumetto, linguaggi la cui immediatezza giunge all’adulto così come al bambino.

La mostra “la mafia raccontata ai ragazzi” propone una panoramica della produzione artistica di

Lelio Bonaccorso, disegnatore messinese, che ha saputo tradurre in immagini temi drammatici che

non smettono mai di essere attuali: la mafia già tristemente nota e le nuove mafie dell’immigrazione. Spesso in collaborazione con il suo sodale Marco Rizzo, sceneggiatore trapanese, ha dato vita a graphic novel come Peppino Impastato – un giullare contro la mafia e Chi si ricorda di Nino Agostino? oltre a libri illustrati come La Mafia spiegata ai bambini e L’immigrazione spiegata ai bambini.

Il tratto personale e raffinato di Lelio Bonaccorso è al servizio di temi forti, affrontati stilisticamente a volte con la durezza che la cronaca impone, a volte con la delicatezza necessaria ai bambini per elaborare concetti “adulti”. Un’abilità non comune che contraddistingue da sempre la produzione artistica dei due autori. Tutte opere che confermano ancora una volta che la Sicilia è sì terra di forti contrasti ma anche terra dove l’arte continua incessantemente a comunicare e a incantare”.

“LA MAFIA RACCONTATA AI RAGAZZI – graphic novel e illustrazioni su legalita e immigrazione-“ ad Acireale al Palazzo di Città, in Antisala Consiliare sarà aperta tutti i giorni dal 18 marzo al 3 aprile h. 9.30/12:30 – 16:30/19:30.

pieghevole Mostra

U.S. Licia Castorina

 

 

ACIREALE, I LICEALI SALGONO IN CATTEDRA PER GLI ALUNNI PIU’ PICCOLI

Acireale – I piccoli alunni degli Istituti Comprensivi di Acireale potranno usufruire di un doposcuola d’eccezione. Ad aiutarli a fare i compiti saranno infatti 120 alunni dei licei Gulli e Pennisi e Regina Elena di Acireale.

Il progetto dei Laboratori di sostegno allo studio è stato presentato stamattina dall’assessore alla Pubblica Istruzione Adele D’Anna, la tutor Carmela Borzì e dal consigliere comunale Orazio Frizzi, alla presenza dei dirigenti scolastici che hanno aderito all’iniziativa.

«Nel corso di una riunione con l’Anci è emersa la difficoltà nel rendimento scolastico di alcuni ragazzini, che non possono essere seguiti nei compiti a casa. Da questo nasce l’idea dei Laboratori di sostegno allo studio, che hanno l’obiettivo di far acquisire maggiori competenze e conoscenze agli studenti coinvolti, – ha spiegato Adele D’Anna-. E’ un progetto di alternanza scuola-lavoro in cui tutti impareranno da tutti e i liceale potranno sperimentale le dinamiche dell’attività di insegnamento».

Il consigliere comunale Orazio Frizzi, che ha collaborato con l’assessorato all’organizzazione dei Laboratori, ha ricordato l’iniziativa “Lascia pagato un…”, che ha coinvolto molte cartolibrerie del territorio, grazie al quale sarà fornito il materiale necessario all’attività didattica. «I piccoli alunni saranno coinvolti anche in un laboratorio artistico per la realizzazione di un’opera originalissima che sarà esposta in occasione della Coriandolata».

Oltre ai due istituti superiori sono quattro gli Istituti comprensivi aderenti ai Laboratori di sostegno allo studio: l’I.C.Vigo Fuccio La Spina, l’I.C. Galileo Galilei. L’I.C. Paolo Vasta e l’I.C. Giovanni XXIII.

L’intervista:

 

 

CATANIA: PRESENTATO AL RETTORATO IL LOGO DEI PROSSIMI CAMPIONATI NAZIONALI UNIVERSITARI CATANIA 2017

Catania – Un vulcano rosso inondato di lava azzurra, a simboleggiare la città di Catania, accompagnato da foglie d’alloro che richiamano l’Accademia e da una voluta che si ramifica trasformandosi nelle corsie di una pista d’atletica.

Il bozzetto realizzato da Andrea Aprile, giovane studente sciclitano di Graphic design nell’Accademia di Belle arti di Catania, è stato prescelto come logo ufficiale dei Campionati nazionali universitari che si terranno nella città etnea dal 9 al 18 giugno prossimi.

Alla presenza del Magnifico Rettore dell’Università, Francesco Basile, dell’Assessore regionale Anthony Barbagallo, dell’Assessore del Comune di Catania Valentina Scialfa e del Presidente del CUS Catania Luca Di Mauro, si è svolto il primo atto dell’evento riservato agli sportivi universitari, che si confronteranno a Catania in ben 23 discipline sportive e che sono già impegnati nelle fasi eliminatorie.

La prossima edizione dei CNU sarà organizzata dal CUS Catania e dall’Università degli Studi di Catania con la partnership della Regione Sicilia e della Città Metropolitana di Catania.

Migliaia di atleti provenienti da ogni parte d’Italia, molti dei quali già impegnati nelle fasi eliminatorie, daranno vita alla più importante kermesse nazionale dedicata agli atleti universitari.

Sarà una occasione per mettere Catania al centro dell’attenzione del mondo sportivo, presentando la Città al meglio delle proprie potenzialità: tutto l’indotto ne trarrà grande beneficio, visto che atleti, dirigenti e accompagnatori resteranno nella nostra Città e nell’hinterland per tutto il periodo delle gare.

Si lavora alacremente anche sugli impianti del CUS che ospiteranno le gare, oltre che su quelli messi a disposizione dagli amministratori del Comune di Catania e di altri Comuni etnei.

Soddisfatto il Magnifico Rettore: “I campionati nazionali universitari, che la nostra Università ospiterà nel prossimo mese di giugno, in particolare grazie all’impegno del presidente del Cus Catania Luca Di Mauro, costituiranno un’importante vetrina, non soltanto per l’Ateneo, ma anche per la città e la Sicilia, come conferma l’intervento dell’assessore regionale Anthony Barbagallo e dell’assessore al Comune di Catania Valentina Scialfa all’incontro di presentazione del logo ufficiale.

Sapremo farci trovare pronti per questo appuntamento che avrà risonanza nazionale. Ci aspetta un intenso lavoro di squadra per rinnovare gli impianti sportivi di nostra pertinenza,  ma anche per predisporre un contesto ottimale di accoglienza, in grado di offrire agli oltre 3 mila atleti universitari che ospiteremo numerosi momenti ricreativi e culturali di rilievo”.

L’Assessore Regionale Barbagallo e quello comunale Scialfa hanno confermato l’impegno dei rispettivi Enti, sia come patrocinatori dell’evento che come “proprietari” di alcuni degli impianti sportivi utilizzati, ribadendo il ruolo strategico degli grandi eventi sportivi per l’indotto turistico e commerciale cittadino e la necessità che le Istituzioni si muovano in maniera sinergica per presentare al meglio il patrimonio culturale, artistico e impiantistico.

Us p.dc

Acireale carnevale 2017 : Un inedito Giovedì Grasso dedicato a bambini e ragazzi, parata ispirata ai “popoli del mediterraneo” Il programma della giornata

ACIREALE – Cosa sarebbe il Carnevale senza i bambini? Sono loro i primi a crederci, a viverlo in modo spensierato, a travestirsi con fierezza, a coinvolgere genitori e adulti. Ed è a loro che la Fondazione Carnevale Acireale dedica un’esclusiva giornata: domani, giovedì 23 febbraio, il programma della manifestazione riprende, dopo il weekend d’apertura, con iniziative pensate per le nuove generazioni.

«Non c’è Giovedì Grasso più bello di quello vissuto interamente con e per i più piccoli – ha affermato il presidente della Fondazione Antonio Belcuore – è una novità di questa edizione 2017 per sottolineare l’importanza del loro coinvolgimento e della loro partecipazione. Non bisogna dimenticare infatti che se l’evento di Acireale vanta una lunga storia ed è riconosciuto nel panorama culturale nazionale, lo si deve alla tradizione della cartapesta che nel tempo si tramanda da padre in figlio, di generazione in generazione, diventando una passione e un impegno fin dalla giovanissima età».

Confermato l’appuntamento con “Scuole in maschera”, al cui concorso partecipano quattro istituti comprensivi acesi: «Come da tradizione, diamo spazio alla creatività e alla bellezza dei costumi degli alunni delle nostre scuole – ha spiegato l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Adele D’Anna – un’attività che coinvolge anche i docenti e le famiglie, che realizzano i travestimenti ed elaborano divertenti coreografie. Domani tutto il circuito è stato pensato per i bambini: abbiamo invitato le scuole dell’hinterland perché sarà la festa di tutte le famiglie. I bambini torneranno poi protagonisti il sabato mattina con la sfilata lungo il circuito e il flash mob in piazza Duomo».

Su la maschera, spazio al divertimento genuino e allo spirito carnascialesco che si colora di coriandoli e stelle filanti: «I bambini sono i veri protagonisti del nostro Carnevale – ha dichiarato il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo – il loro stupore e la loro allegria sono gli ingredienti più preziosi per la nostra festa. Vogliamo che questa sia una giornata indimenticabile: invitiamo tutti i bambini a partecipare e a divertirsi con noi».

La parata dei gruppi mascherati scolastici inizierà alle 16.00, percorrendo il circuito tradizionale Corso Umberto – Corso Italia – Corso Savoia, e ispirandosi al tema “I Popoli del Mediterraneo”. «I gruppi degli alunni – ha specificato il direttore artistico del Carnevale Giulio Vasta – saranno accompagnati dalle opere in cartapesta, dodici tra testoni e maschere isolate, realizzate dalle giovani promesse del Carnevale acese, che riproducono personaggi della politica e del mito e temi di attualità».

Alle 18.00 tutti in Piazza Duomo dove si accenderà l’entusiasmo del “Pomeriggio Giovani”, una festa in maschera per ragazzi con dj, animazione, zucchero filato, popcorn e l’esibizione del gruppo musicale “Te le ricordi tu” che canterà le sigle e le canzoni dei cartoni animati che hanno fatto la storia.

INIZIATIVE COLLATERALI

In contemporanea sono in corso altre iniziative collaterali al programma della Fondazione. Fino al 28 febbraio sarà possibile visitare ben cinque esposizioni: il “XXI Concorso Carri in miniatura” a cura dell’Associazione Culturale Gruppo Liberi Artisti (presso IPAB Santonoceto, Corso Umberto 188); la “Mostra dei bozzetti dei Carri del Carnevale”, la XX Mostra “Maschere e mascherine… l’arte acitana”, e il Concorso di disegno su cartolina postale, tutte in Piazza Duomo 16 e a cura dell’Associazione Filatelica Numismatica Acese; infine “Carnevale di Acireale a Taormina – Mostra di carri in miniatura”, con ingresso libero a Palazzo Corvaia della cittadina messinese.

A queste si aggiungono: la Bottega della Cartapesta a cura dell’Associazione Artigianato Acese in Piazza Garibaldi, e il Numero Unico di Carnevale, rivista satirico-umoristica del Circolo Universitario.

Il calendario completo del “Carnevale di Acireale 2017” è disponibile su www.fondazionecarnevaleacireale.it e sui canali social ufficiali.

 

 

  • Il Carnevale di Acireale 2017 è arricchito da un interessante corollario di iniziative collaterali promosse da numerose associazioni territoriali. Il calendario degli appuntamenti è integrato al programma completo ufficiale, consultabile sul sito web e sui canali social;
  • Sono stati due milioni e 900mila gli utenti che l’anno scorso hanno seguito il Più Bel Carnevale di Sicilia sui social network. Le pagine ufficiali Facebook (@CarnevaleAcireale), Twitter (@Acicarnevale), Instagram (@carnevaleacireale) e You Tube (Carnevale di Acireale), sono già attive per tenere informati, anche in tempo reale, coloro che vogliono “connettersi” alla manifestazione. Hashtag ufficiale #acicarnevale;
  • Torna la “Lotteria del Carnevale”: per chi acquista i biglietti in palio una Lancia Nuova Y, uno scooter Keeway Logik e una crociera per due persone. L’estrazione finale è fissata per il 13 maggio;
  • Oltre al media partner RDS 100% Grandi Successi, la Fondazione Carnevale di Acireale ringrazia gli sponsor: Credito Siciliano, Decò – Gruppo Arena, Input – Comunicazione ed Eventi, McDonald’s, MSC Crociere, SAC – Società Aeroporto Catania; e i partner tecnici: AdvMaiora, Mandarin, Vision Sicily.
  • us.L.c

Acireale, Coriandolata: Tutte le domeniche di febbraio sono dedicati ai “Laboratori per i bambini”

Acireale – L’associazione Coriandolata dedicherà, tutte le domeniche di febbraio a partire dalle 17, ai più piccoli, ha infatti allestito un laboratorio presso il Centro Commerciale “Ciclope” dove potranno cimentarsi in questa nuova ‘arte effimera’ con l’utilizzo dei coriandoli.

«Il nostro Febbraio lo dedichiamo ai bambini – fanno sapere dall’associazione- e a quanti di loro avrebbero voluto darci una mano nei nostri mosaici e non hanno potuto farlo. La Coriandolata affascina e soprattutto diverte, lo diciamo con cognizione di causa dopo aver visto decine e decine di bambini affollare il primo laboratorio gratuito a loro dedicato. Tutte le domeniche di questo mese a partire dalle 17:00 potrete trovarci al centro commerciale Ciclope per sporcarci con sabbia vulcanica, colla e coriandoli. Non utilizziamo il termine sporcarci a sproposito: l’incontenibile gioia dei più piccoli ha avuto tra le vittime il suolo del centro commerciale, ma a noi pulire non costa sforzi dopo una giornata insieme a loro. Vogliamo trasmettere la passione per questa tecnica unica al mondo nel campo delle arti effimere; vogliamo riprendere consapevolezza di ciò che caratterizza la nostra terra: la sabbia del nostro vulcano, il coriandolo monocolore tipico della città di Acireale; vogliamo vedere crescere insieme a noi i “posatori” di domani perché il nostro domani ha già un percorso chiaro e già solcato dall’infiorata di Noto. Alla loro manifestazione ci siamo ispirati la scorsa estate, realizzando il mosaico di coriandoli e sabbia vulcanica in una sola notte e per noi domani significa coinvolgere i cittadini, entusiasmare i più piccoli e trasformare la “Coriandolata” in un simbolo per Acireale. Con i sogni ci siamo spinti un po’ più in là di questi laboratori, ma per il momento, l’unica cosa che conta è vederli divertire e sporcarsi con sabbia vulcanica, colla e coriandoli.Per rimanere aggiornati sulle nostre iniziative».
vi invitiamo a visitare le nostre pagine online

http://coriandolata.it/
https://www.facebook.com/coriandolata/…

ACIREALE: PRENDE IL VIA IL CORSO DI FORMAZIONE “TEACHER TRAINING AUTISMO”

Acireale – Prende il via oggi, giovedì 9 febbraio, avrà inizio il corso “Teacher Training Autismo” di I livello rivolto ai docenti delle scuole di base del Distretto socio sanitario14.

Il corso ha la finalità di fornire conoscenze corrette sui disturbi dello spettro autistico e sulle modalità di intervento a scuola e si pone l’obiettivo di creare uno spazio di condivisione emotiva tra i colleghi. E’ organizzato dalla Cooperativa Sociale CO.SER. e fa parte dei servizi migliorativi per l’assistenza e l’inclusione degli alunni con disabilità grave del Distretto socio sanitario 14 di cui Acireale è Comune capofila.

L’attività formativa, articolata in 10 incontri, si terrà presso l’istituto Comprensivo “Paolo Vasta” e sarà condotta da Marianna Trovato, sociologa, assistente analista del comportamento in supervisione, esperta in terapia comportamentale ABA.

Giorno 3 febbraio ha avuto inizio il corso “Genitori speciali: I veri esperti sul campo!” rivolto prevalentemente ai genitori degli alunni con autismo.

Il corso della durata di 12 incontri, condotto da Grazia Palumbo, pedagogista, analista del comportamento in supervisione, esperta in terapia comportamentale ABA, ha l’obiettivo di fornire ai genitori uno spazio in cui, con l’aiuto di un professionista, possano confrontarsi su strategie educative adottate, e condividere emozioni rispetto alle proprie situazioni problematiche.

Sono 20 i genitori iscritti al corso, che da alcuni anni si ritrovano a condividere un’esperienza di gruppo finalizzata sia ad acquisire competenze per fronteggiare il difficile compito educativo sia a creare una rete di supporto interpersonale.

Durante il corso i bambini sono intrattenuti con attività ludico-ricreative organizzate dalla Cooperativa Sociale CO.SER. che promuove entrambe le attività.

Tali iniziative fanno parte dei servizi per l’inclusione degli alunni con disabilità coordinati dal Servizio di Psicologia Scolastica dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Acireale.

us

ACIREALE, “CHI E’ DI SCENA”. APERTE LE ISCRIZIONI ALLA II EDIZIONE DEL FESTIVAL DI TEATRO SCOLASTICO

Acireale Fino al 10 marzo sono aperte le iscrizioni alla II edizione del Festival di teatro scolastico “Chi è di scena”, un’iniziativa culturale organizzata dalla Città di Acireale – Assessorato alla Pubblica Istruzione-, che si svolge durante il mese di maggio nel teatro di epoca Liberty, dell’Arena Eden.

E’ un concorso teatrale che ha lo scopo di valorizzare le eccellenze artistiche e che coinvolge le scuole secondarie di primo e secondo grado siciliane, che investono nei giovani e nel teatro, un’attività formativa fondamentale che tende ad educare gli alunni alla comunicazione, alla socializzazione e all’apprendimento delle nozioni riguardanti l’ambito artistico.

Il Festival è anche occasione efficace per promuovere la cultura e il linguaggio del teatro nella scuola, una sollecitazione a saperne di più ad apprezzarne le suggestioni, a cimentarsi con se stessi oltre che con gli altri. Ma soprattutto il Festival “Chi è di scena” vuole promuovere la cultura come elemento propulsivo di crescita e sviluppo.

Alla scorsa edizione del Festival hanno partecipato quattro Istituti Comprensivi e sette Istituti Superiori. Nel programma sono stati inseriti laboratori teatrali fuori concorso, tenuti gratuitamente dal Viagrande Studios, un centro di ricerca, formazione e produzione per le arti performative, e dal giovane regista Davide Pulvirenti, direttore artistico del Festival. L’idea, che ha guidato l’assessore alla Pubblica Istruzione, Adele D’Anna, nell’organizzazione e realizzazione del Festival, è stata quella di dar voce e forma alla passione, alla vocazione o al bisogno di comunicare dei ragazzi attraverso l’espressione scenica, incentivando il più possibile spontaneità degli studenti.

“La manifestazione ha portato alla ribalta non solo le capacità interpretative dei partecipanti, ma anche l’abilità di coordinare gli altri, di rispettare i tempi dello spettacolo, di cimentarsi come autori di testi o come compositori di brani, come coreografi o ballerini, – spiega Adele D’Anna-. In questo è consistito il privilegio di cui ha goduto chi ha assistito agli spettacoli portati in scena dagli studenti. Quello che ci ha commosso, stupito, motivato e anche affascinato sono stati la determinazione, l’entusiasmo e la passione di quei ragazzi; abbiamo apprezzato anche la professionalità dei docenti che hanno assecondato gli studenti senza sostituirsi a loro, esercitando la propria autorità senza mortificare la creatività e l’espressività. Siamo stati ripagati abbondantemente dell’enorme fatica che abbiamo profuso nella realizzazione del Festival che ci ha reso più forti e determinati”.

La rassegna è articolata in sezioni che suddividono gli istituti in secondari di primo e secondo grado. Una giuria di merito assegna premi in denaro ai primi tre classificati di ogni sezione, oltre che menzioni speciali per le abilità artistiche emerse.

Tutte le informazioni utili e le schede di adesioni alla II edizione del Festival di Teatro Scolastico Chi è di scena sono disponibili sulla pagina facebook “Chi è di scena” o cliccando sull’apposito banner sul sito www.comune.acireale.ct.it o al numero 895500.

 us

 

Catania: Eletto il nuovo Rettore dell’Università di Catania il Prof. Francesco Basile, gli auguri dei deputati di FI Pogliese e Catanoso

Catania: Eletto il nuovo Rettore dell’Università di Catania gli auguri dei deputati di FI Salvo Pogliese e Basilio Catanoso

Auguri di buon lavoro al prof. Basile nuovo magnifico rettore dell’Università degli Studi di Catania. Sono certo che la sua esperienza, e le straordinarie capacità accademiche da tutti riconosciutegli, saranno preziosissime per la guida dell’Università più antica di Sicilia.”.

 Lo dichiara l’on. Salvo Pogliese, coordinatore provinciale di Forza Italia ed europarlamentare, in merito all’elezione del prof. Basile a nuovo rettore dell’Università di Catania.

 

 

“Basile, garanzia di crescita e autorevolezza”, dice il deputato Basilio Catanoso “Le mie personali congratulazioni al nuovo magnifico rettore dell’Università di Catania. L’esperienza accademica e professionale che tutti riconosciamo al prof. Francesco Basile, sono garanzia di crescita e autorevolezza per l’ateneo catanese, smalto e accelerazione giusta per ritornare agli eccellentissimi fasti del passato”: così il deputato di F.I., Basilio Catanoso, commenta l’elezione del nuovo magnifico rettore dell’Università di Catania.  

 

Francesco Basile è il nuovo rettore dell’Università di Catania, 61 anni, da marzo del 2013 è presidente della Scuola “Facoltà di Medicina”, ma presiede anche l’Osservatorio regionale per la formazione medico-specialistica ed è stato preside della facoltà di Medicina e Chirurgia dal 2008 al 2012.

Ha battuto Enrico Foti, dopo una lunga campagna elettorale movimentata,

 foto blogsicilia

Acireale: Assunta Legnante e Daniele Garozzo incontrano gli studenti del Liceo Archimede”Sport a scuola, a scuola di sport”

Acireale – Assunta Legnante e Daniele Garozzo incontrano gli studenti del Liceo Archimede”Sport a scuola, a scuola di sport”

Incontro con gli atleti olimpici e paralimpici di Rio 2016 Vincitori del Premio Fondazione Agnelli con Assunta Legnante e Daniele Garozzo

Venerdì 3 febbraio 2017 – ore 11-13.15 Liceo Archimede, Via Ludovico Ariosto 37 – Acireale (CT)

Assunta Legnante, medaglia d’oro paralimpica nel lancio del peso, e Daniele Garozzo, medaglia d’oro olimpica nel fioretto individuale, incontrano gli studenti del Liceo Archimede di Acireale, per dialogare con loro sui valori civici, sociali e di solidarietà dello sport.

L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Agnelli, insieme al Liceo Archimede, la scuola dove ha studiato Daniele Garozzo, con la preziosa collaborazione della Città di Acireale.

Accanto agli atleti, saranno presenti il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, insieme ad autorità della scuola siciliana e delle istituzioni sportive. Guglielmo Troina, giornalista e responsabile della sede di Catania del TGR Sicilia intervisterà gli atleti e condurrà il dialogo con il pubblico.

L’evento ha origine da un’iniziativa benefica di quest’estate, quando, in occasione dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Rio de Janeiro, la Fondazione Agnelli in collaborazione con il CONI e la Gazzetta dello Sport ha promosso un premio nell’ambito dei suoi programmi per festeggiare i primi 50 anni di attività. Tra le atlete e gli atleti italiani che hanno conquistato almeno una medaglia, di qualunque tipo, sono stati scelti da una giuria popolare 3 atleti (o squadre) di discipline olimpiche e 3 atleti (o squadre) di discipline paralimpiche, che hanno ricevuto dalla Fondazione Agnelli un corrispettivo  in  denaro aggiuntivo rispetto ai premi corrisposti dal CONI.

A fronte dei premi ricevuti dalla Fondazione Agnelli, gli atleti vincitori si sono impegnati a portare la loro testimonianza nelle scuole italiane.

Quello di Acireale è il secondo di una serie di incontri (il primo si è svolto a Torino), a cui ne seguiranno altri in diverse scuole e città italiane con gli atleti a cui – oltre ad Assunta Legnante e a Daniele Garozzo – è stato assegnato il premio: fra gli atleti paralimpici, Bebe Vio, medaglia nel fioretto individuale, e Giada Rossi, medaglia nel tennis tavolo; fra gli atleti olimpici, Elia Viviani, medaglia dell’Omnium di ciclismo e la nazionale maschile di volley.

“Non è la prima volta che la Fondazione Agnelli, che si occupa in primo luogo di istruzione, promuove progetti legati al mondo dello sport – spiega la Fondazione Agnelli – crediamo molto nell’idea di portare nelle scuole italiane esempi positivi di impegno e di determinazione dei nostri migliori atleti. E siamo stati molto contenti di apprendere che gli atleti vincitori del nostro premio hanno deciso di utilizzare la somma ricevuta per finanziare a loro volta iniziative benefiche che stavano loro a cuore”.

us

 

Acireale : Continua l’allerta meteo, il Sindaco ” Dalle prossime ore peggioramento. DOMANI SCUOLE CHIUSE”

L’ultimo bollettino del Dipartimento regionale di Protezione Civile indica per le prossime ore e per tutta la giornata di domani, lunedì 23 gennaio, il persistere della fase di allarme e massimo livello di allerta.

Il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, invita la cittadinanza alla massima prudenza negli spostamenti e soprattutto a tenersi a distanza dai torrenti e dai punti sensibili.

A titolo precauzionale a tutela della pubblica e privata incolumità è stata disposta la chiusura delle scuole, del cimitero, degli impianti sportivi e dei parchi cittadini.

Il presidio di Protezione Civile resterà attivo per il monitoraggio e la verifica delle eventuali criticità.

“Già dalle prossime ore e fino a domani mattina si prevede un aumento delle precipitazioni. Il bollettino della protezione civile indica il persistere del codice rosso e dello stato di allarme. Confermiamo per la giornata di domani la chiusura di strutture sportive, parchi e cimitero e scuole. Raccomando a tutti la massima prudenza negli spostamenti. Evitiamo le strade vicino ai torrenti”.

 

 

 

 

us Acireale, 22 gennaio 2017

ACIREALE- VENERDì LA III EDIZIONE DELLA NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO

Acireale – ieri presso il liceo classico Gulli e Pennisi di Acireale il dirigente scolastico Riccardo Biasco e l’ideatore Rocco Schembra hanno presentato alla stampa la III edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico. L’evento, nato dal liceo classico acese e celebrato in tutto il territorio nazionale, è patrocinato dalla Città di Acireale. In conferenza stampa era presente l’assessore alla Cultura Antonio Coniglio.

LA NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO – III Edizione

13 gennaio 2017 – ore 18:00 – 24:00

La Notte Nazionale del Liceo Classico, uno degli eventi più innovativi nella scuola degli ultimi anni, è già arrivata alla sua terza edizione. Nata da un’idea del prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT), sostenuta dal Ministero della Pubblica Istruzione, e introdotta dal brano inedito “Nani e giganti” del cantautore Francesco Rainero, si celebrerà quest’anno venerdì 13 gennaio 2017, dalle ore 18:00 alle ore 24:00 in 388 licei classici su tutto il territorio nazionale. L’idea di partenza è molto semplice: dimostrare in maniera evidente che il curricolo del classico, nonostante tutti gli attacchi subìti negli ultimi anni, è ancora pieno di vitalità ed è popolato da studenti motivati, ricchi di grandi talenti e con abilità e competenze che oltrepassano di gran lunga quelle richieste a scuola, ma che su di queste si innervano e si fondano. Ecco perché, in contemporanea, in quelle sei magiche ore, i 388 licei classici aderenti, coinvolti dall’entusiasmo dell’ideatore, apriranno le loro porte alla cittadinanza e gli studenti si esibiranno in tutta una serie di performances legate ai loro studi e alla esaltazione del valore formativo della cultura classica. Chi durante quelle ore si recherà in uno di questi licei, potrà assistere a maratone di lettura, recitazioni teatrali, concerti, dibattiti, presentazioni di volumi, incontri con gli autori, cortometraggi, cineforum, degustazioni a tema ispirate al mondo antico e quant’altro la fantasia e la voglia di fare degli studenti e dei docenti saprà mettere in atto. La Notte del Classico è più che una festa. È, innanzi tutto, un modo alternativo ed innovativo di fare scuola e di veicolare i contenuti, un puntare su una formazione di natura diversa che non va a sostituire quella tradizionale, ma le si affianca in maniera produttiva e proficua. Il bello della Notte Nazionale non è tanto, o comunque non è solo, nella Notte stessa, ma nei lunghi e laboriosi preparativi che la precedono, che fanno sì che gli studenti identifichino i locali in cui quotidianamente vivono le ansie e le aspettative di un cammino faticoso di studio con un ambiente ludico, in cui cultura vuol dire gioia, piacere di condivisione, rispetto dei tempi e delle parti. Tutti assieme, in una Italia finalmente unita nell’ideale di difesa, promozione e salvaguardia delle nostre radici più autentiche, quelle della civiltà greco-romana.

us

Acireale : Un Natale 2016 con tante novita’ che ne hanno già decretato il successo.

Acireale – Un Natale 2016 con tante piccole novità che ne hanno già decretato il successo. 

Sia i cittadini acesi quanto i turisti che hanno visitato la città in questi giorni sono rimasti positivamente colpiti, il centro storico, la Piazza con i Mercatini di Natale , gli addobbi, le luci artistiche e le luminarie, hanno riscaldato l’atmosfera Natalizia.

La novità, sono stati i Mercatini di Natale allestiti in piazza Duomo, che oltre ad aver riscosso successo dal punto di vista commerciale, nelle ore serali con le luci e gli addobbi hanno offerto uno scenario diverso che ha impreziosito la Piazza rendendola al tempo stesso viva.

Il percorso dei presepi artistici ha sottolineato il riguardo verso la cultura, dal Collegio Santonoceto, con i presepi artigianali, “La stella di Betlemme” nel Convento San Rocco, il Monumentale Presepe Napoletano nella Basilica San Sebastiano, il Presepe dell’oratorio della Chiesa PP. Filippini, il Gesù Bambino anno 1 a.c Vs bambini anno 2016 d.c. realizzato dai Camilliani di Acireale. Senza dimenticare il presepe settecentesco nella chiesa di Santa Maria della Neve scavato all’interno di una grotta lavica naturale e lavorato con la cera a grandezza d’uomo. Tradizioni tanto antiche, colme di interesse culturale, storico e religioso.

Non e’ mancato l’incanto per i più piccoli con la figura di Babbo Natale ed i suoi Elfi che di giorno hanno portato allegria nelle scuole e asili della città e la sera nella casa allestita a Palazzo del Turismo, hanno accolto grandi e piccini, intrattenendoli prima di tutto con il sorriso ma anche con iniziative, giochi e piccoli doni.

Cosi come non è mancata la solidarietà grazie all’impegno dell’assessore Adele D’Anna con la cena solidale organizzata nella comunità Madonna della Tenda, che accoglie ragazze madri con i loro bambini. Il coinvolgimento dei giovani studenti che hanno servito la cena ai meno fortunati alla mensa del San Camillo, le associazioni come Terra Futura guidata da Maria Continella con il progetto “mi casa es tu casa” con i regali solidali a favore dei piccoli profughi e con i tanti volontari che li hanno supportati.

Nonostante il sindaco Roberto Barbagallo avesse dichiarato all’inaugurazione dei mercatini – «Abbiamo organizzato questo Natale tenendo conto delle poche risorse finanziare che il comune ha a disposizione, non possiamo permetterci lussi ma nella sobrietà abbiamo cercato di renderlo gradevole».

Alle parole del sindaco hanno fatto eco quelle  dell’assessore al Turismo Antonio Coniglio – «Ogni cosa è perfettibile e migliorabile ma una cosa è certa, le premesse ci sono tutte, e, sono il frutto di un lavoro non del singolo ma di una squadra».

Un’altra novità la sera del 24 che si è aggiunta alla tradizionale accensione del “Ceppo” con gli auguri del primo cittadino alla città e la benedizione del Vescovo S.E. Mons. Antonino  Raspanti. E’ stato il concerto allestito a Largo Giovanni XXIII, con i piccoli musicisti del “IC. Galileo Galilei” ed i piccoli coro “7 Note”, per finire con i ” Christmas’s Quartet in Concerto” dopo la messa di mezzanotte.

Tante iniziative che nella loro semplicità non hanno fatto mancare nulla. Il successo di questo Natale 2016 ad Acireale, lo abbiamo percepito tutto, proprio la sera della vigilia, quando abbiamo visto la città stringersi intorno al fuoco come una grande famiglia e non sono mancati nemmeno i turisti che hanno avuto modo di ammirare le nostre tradizioni, nella notte più magica dell’anno.

Un altro plauso dunque che incassa l’amministrazione guidata da Roberto Barbagallo, e, fino al 6 Gennaio è ancora festa.

As

Acireale : Obiettivo Musica “il progetto per la professionalizzazione di giovani artisti”

Acireale – Presentato nell’antisala consiliare di Palazzo di città il progetto ” Obiettivo Musica” che vede uno staff di associazioni e giovani collaborare a titolo gratuito.

Il progetto si pone come obiettivo di fornire agli artisti una fonte di informazioni utili per  favorire l’accesso alla professionalizzazione dell’artista e tutto quanto orbita nel mondo musicale sia come sistema lavorativo ma anche come cultura musicale. Sostenuto dall’Assessorato Regionale alla famiglia e alla Solidarietà Sociale e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Gioventù e Servizio Civile del Comune di Catania e del Comune di Acireale.

Il progetto no profi, si compone di due momenti importanti  “Gli incontri” con musicisti affermati appartenenti a realtà Siciliane e Nazionali che favoriranno il confronto con i giovani artisti. “Il concorso” che ha come obiettivo l’intento di fornire strumenti utili a giovani musicisti  che vogliono mettersi alla prova

«Il taglio che ho deciso debba avere il progetto – dichiara il responsabile del progetto Paolo Pennisi – è di rispondere durante le fasi su quali sono le opportunità che offre il territorio per affinare le proprie capacità musicali e introdursi nel mondo lavorativo. E’ davvero possibile emergere? La  musica oltre che una passione può e deve considerarsi una attività lavorativa a tutti gli effetti?» – conclude.

Gli incontri e i seminari si terranno tra Febbraio e Marzo presso l’ex Angolo di Paradiso(Villa Belvedere) le date verranno comunicate a Gennaio

il 28 e 29 Gennaio sarà possibile partecipare alle audizioni pubbliche che si terranno sempre all’ex Angolo di Paradiso. i moduli di adesione sono scaricabili dal sito del Comune di Acireale o dalla pagina Facebook del progetto.

Alla conferenza stampa erano presenti oltre a Paolo Pennisi responsabile del progetto “Obiettivo Musica” il Dr Angelo Villari segretario CGIL Catania e l’assessore allo Sport del comune di Acireale Giuseppe Sardo.

Per maggiori informazioni potete inviare una email a paolopennisi1@virgilio.it

1 2